Cerca

Ladro in camera da letto lei (19 anni) finge di dormire, poi fugge

CASARANO - Si accorge che i ladri le stanno svaligiando la casa, si chiude in bagno e chiama la polizia. Un atto di coraggio che l’ha salvata da una probabile aggressione, quello di una ragazza di 19 anni di Casarano che giovedì mattina, mentre stava dormendo, svegliata dai rumori si è resa conto che qualcuno stava rovistando nella villetta in cui vive con i genitori. Il bottino ammonta a circa cinquemila euro. Ora i poliziotti del commissariato di Taurisano stanno indagando per cercare di dare un nome e un volto agli autori del furto.
Ladro in camera da letto lei (19 anni) finge di dormire, poi fugge
CASARANO - Si accorge che i ladri le stanno svaligiando la casa, si chiude in bagno e chiama la polizia. Un atto di coraggio che l’ha salvata da una probabile aggressione, quello di una ragazza di 19 anni di Casarano che giovedì mattina, mentre stava dormendo, svegliata dai rumori si è resa conto che qualcuno stava rovistando nella villetta in cui vive con i genitori. Il bottino ammonta a circa cinquemila euro. Ora i poliziotti del commissariato di Taurisano stanno indagando per cercare di dare un nome e un volto agli autori del furto.

I fatti sono avvenuti tra le 8 e le 9 del mattino in una villetta situata su una strada di campagna al confine tra Casarano e Matino. I malviventi hanno probabilmente atteso che i genitori della ragazza, che gestiscono due supermercati a Taurisano e a Ruffano, uscissero di casa per andare al lavoro. Forse si aspettavano di trovare la casa vuota per poter agire indisturbati. Invece, nella sua camera, la ragazza stava ancora dormendo. E non deve essere stato facile, per lei, mantenere la calma quando, aperti gli occhi, si è trovata di fronte un uomo che, con il volto completamente coperto, stava rovistando nella sua stanza alla ricerca di qualcosa di prezioso da portare via.

La 19enne è rimasta in silenzio e, in preda al terrore che il ladro potesse farle del male, ha fatto finta di dormire sperando che quei momenti passassero subito. Quando poi l’uomo è uscito dalla camera, si è alzata e velocemente si è chiusa in bagno. Qui, con il suo cellulare, ha composto il 113 e ha chiamato in suo aiuto la polizia. Nel frattempo i malviventi hanno abbandonato l’abitazione.

La chiamata è stata agganciata dal commissariato di Gallipoli e subito inoltrata a quello di Taurisano, competente per territorio.

Sul posto, guidati al telefono dalla stessa ragazza, sono giunti i poliziotti diretti dal vicequestore Salvatore Federico. Gli agenti hanno raccolto la testimonianza della malcapitata e si sono subito messi sulle tracce dei malviventi, che si ritiene fossero più di uno. Ingente il bottino: i ladri sono riusciti a portare via gioielli, telefonini e orologi per un totale di circa cinquemila euro. L’abitazione non è dotata di telecamere di videosorveglianza, mentre l’antifurto era staccato: probabilmente i genitori non lo avevano attivato proprio perché in casa c’era la ragazza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400