Cerca

Corigliano e Specchia premiate come «scorci dell’Italia migliore»

LECCE - L’una, Corigliano d’Otranto «per la presenza di un forte attrattore (Castello de’ Monti) ben conservato e ben fruibile, l’altra, Specchia per l’efficienza del servizio di informazioni turistiche, il centro storico tipico. Sono le due nuove bandiere arancione assegnate al Salento dal Touring Club Italiano
Corigliano e Specchia premiate come «scorci dell’Italia migliore»
LECCE - L’una, Corigliano d’Otranto «per la presenza di un forte attrattore (Castello de’ Monti) ben conservato, ben fruibile e sede di numerosi eventi, nonché per la vivacità del borgo anche grazie al ricco calendario di manifestazioni nonché per la numerosa ed esaustività della segnaletica di informazione presso gli attrattori». L’altra, Specchia «per l’efficienza del servizio di informazioni turistiche, il centro storico tipico e vivace grazie alla presenza di strutture ricettive e ottimi punti vendita di prodotti tipici, enogastronomici e artigianali».
Sono le due nuove bandiere arancione assegnate al Salento dal Touring Club Italiano a «quell’Italia minore, ma non marginale che lavora in rete, puntando sulla qualità nelle politiche turistiche e di sviluppo del territorio, sull’innovazione e sul rapporto diretto tra pubblico-privato-terzo settore che da l’esempio di un’Italia che funziona», ha sottolineato il presidente del sodalizio, Franco Iseppi, nel consegnare ieri, a Palazzo Marino, a Milano, l’ambito trofeo al sindaco di Specchia Rocco Pagliara e all’assessore al turismo di Corigliano Carlo Lolli.

Specchia e Corigliano vengono a colmare una lacuna, l’assenza di «bandiere arancione» in provincia di Lecce. E sono anche due delle cinque cittadine inferiori ai 15mila abitanti che, quest’anno, hanno conquistato il riconoscimento del Touring. Un riconoscimento molto ambito «anche per Specchia che miete allori di ogni tipo già da anni - dice il sindaco Pagliara -: è una ulteriore conferma che abbiamo realizzato un vero e proprio Eden, di cui fruisce chi sceglie le spiagge del Salento per le vacanze».
E, aggiunge Lolli: «Il Salento non è solo mare. I piccoli centri a ridosso delle spiagge sono dei gioiellini, che completano l’offerta mare, considerando la loro vivacità, l’accoglienza che riservano ai turisti, la bellezza che hanno saputo custodire per attirare sempre più viaggiatori». E, poi, tutti e due gli amministratori salentini evidenziano che bisogna superare una severissima selezione per conquistare la bandiera arancione. Tant’è vero che sono solo 209 in tutta Italia e che su 2.439 candidature, solo cinque hanno superato l’esame del Tci.

«Questa è soprattutto una vittoria delle nostre popolazioni, che per il loro senso civico dimostrano di amare il proprio paese», conclude convinto Lolli. Da oggi per Corigliano d’Otranto e per Specchia inizia l’impegno per conservare l’ambito trofeo, avviando nuove iniziative attrattive per i viaggiatori, specialmente per quelli che dovrebbero arrivare a Milano per l’Expo. [m.p.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400