Cerca

Il Salento celebra Don Tonino Bello a 80 anni dalla nascita Leggi il nostro speciale

di MAURO CIARDO
La Chiesa festeggia gli 80 anni dalla nascita del Servo di Dio don Tonino Bello e gli studenti salentini partono alla volta di Molfetta per una giornata di riflessione e conoscenza. Ricorrerà domani l’anniversario della nascita dell’indimenticato presidente di Pax Christi su cui è in corso il processo di beatificazione
Il Salento celebra Don Tonino Bello a 80 anni dalla nascita Leggi il nostro speciale
di MAURO CIARDO

La Chiesa festeggia gli 80 anni dalla nascita del Servo di Dio don Tonino Bello e gli studenti salentini partono alla volta di Molfetta per una giornata di riflessione e conoscenza. Ricorrerà domani l’anniversario della nascita dell’indimenticato presidente di Pax Christi su cui è in corso il processo di beatificazione (la documentazione si trova negli uffici della Congregazione per le cause dei Santi in Vaticano) e le scuole lo ricordano insieme a Diocesi e Fondazione grazie a una serie di iniziative.

Quella più importante, anche per il numero di partecipanti, è l’uscita scolastica che vedrà insieme oltre 200 studenti provenienti dal polo professionale “Don Tonino Bello” di Tricase, dal liceo “Girolamo Comi” e dal liceo “Giuseppe Stampacchia” della stessa cittadina, dall’Istituto di istruzione secondaria superiore “Egidio Lanoce” di Maglie e dall’Iiss “Gae - tano Salvemini” di Alessano. Gli studenti, che in questi mesi sono stati impegnati nell’af frontare il tema “I luoghi di Don Tonino”, saranno accompagnati in alcuni posti segnati dal ministero episcopale del presule salentino, nominato vescovo della diocesi di Molfetta – Ruvo – Giovinazzo – Terlizzi e che un male incurabile portò via nell’aprile 1993.

Dalla cattedrale molfettese, dove ha avuto inizio il processo canonico che si spera porterà in breve alla beatificazione del “Profeta di pace”, molto spesso Don Tonino lanciò i suoi strali contro le guerre e le installazioni missilistiche, chiedendo a gran voce abbattere i muri delle divisioni e costruire ponti di dialogo. «L’impegno e il coinvolgimento delle scuole che hanno aderito – spiega il presidente della Fondazione alessanese, Giancarlo Piccinni - non si limiteranno alla sola attuazione della visita guidata sui luoghi esistenziali dell’insigne pastore, ma si eserciteranno nel focalizzare temi su cui riflettere e ricercare e che gli stessi luoghi evocano e suggeriscono».

Domani alle 7 i pullman partiranno da Tricase e alle 10 giungeranno a Molfetta dove ragazzi e docenti saranno accolti da don Mimmo Amato, vicario generale della diocesi di Molfetta e profondo conoscitore di don Tonino. Dopo un momento di riflessione collettiva sul crocefisso della “Col - locazione Provvisoria”, in duomo, le comitive faranno tappa nella basilica della Madonna dei Martiri, nella sede della casa editrice “La Meridiana”, dove incontreranno la direttrice Elvira Zaccagnino,e nella comunità di accoglienza “C.a.s.a.” di Ruvo. Ogni partecipante porterà con sé un libro di Don Tonino e leggerà ai presenti il passo che più lo ispira con proprie riflessioni.

Sempre domani alle 17, nel convento dei Cappuccini di Giovinazzo, sarà inaugurato un monumento dedicato a don Tonino, e realizzato dall’artista Giuseppe Cionfoli, alla presenza di Piccinni e del Ministro provinciale dei Cappuccini di Puglia, fra Pier Giorgio Taneburgo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400