Cerca

Gli estrae tutti i denti per curare il mal di testa

LECCE - Per una “cefalea a grappolo cronico” gli vengono estratti in brevissimo tempo tutti i denti e ora un manovale 42enne di Surbo si ritrova senza la possibilità di masticare e alimentarsi adeguatamente e con un gravissimo danno estetico. Per queste presunte negligenze, un odontoiatra leccese è stato iscritto sul registro degli indagati con l’accusa di lesioni colpose gravi
Gli estrae tutti i denti per curare il mal di testa
LECCE - Per una “cefalea a grappolo cronico” gli vengono estratti in brevissimo tempo tutti i denti e ora un manovale 42enne di Surbo si ritrova senza la possibilità di masticare e alimentarsi adeguatamente e con un gravissimo danno estetico. Per queste presunte negligenze, un odontoiatra leccese è stato iscritto sul registro degli indagati con l’accusa di lesioni colpose gravi.
Nella giornata di ieri dinanzi al gip Vincenzo Brancato si è celebrato l’incidente probatorio con l’ascolto dell’odontoiatra dell’Università di Bari Massimo Corsalini che doveva accertare se il trattamento praticato dall’odontoiatra sul paziente con l’estrazione di 27 denti fosse adeguato alla patologia. Gli esiti della perizia disposta dal giudice non hanno sciolto i dubbi sulle eventuali responsabilità del medico.
Ora il gip ritrasmetterà gli atti al pm Elsa Valeria Mignone e poi il magistrato dovrà decidere se esercitare l’azione penale in relazione proprio all’incidente probatorio.

L’indagine venne messa in moto con una denuncia presentata dal 42enne assistito dall’avvocato Alessandro Stomeo. L’uomo, nell’agosto di tre anni fa, accusa un fortissimo dolore e si rivolge ad un odontoiatra convenzionato con l’Asl e con studio a Lecce per una consulenza. Il medico, secondo il querelante, decide di estrargli tre denti convinto che il dolore dipendesse dallo stato di deterioramento degli stessi. A distanza di pochi giorni dall’intervento, i dolori non lasciano tregua all’uomo costretto a stare al buio, in assenza totale di rumore, completamente fermo. Solo in quelle particolari condizioni il dolore si attenua.

Vengono estratti altri due denti. Da quel momento incomincerà un autentico calvario. Il manovale viene anche operato per problemi di respirazione ma i dolori alla testa continuano a tormentare l’uomo specialmente nelle ore notturne. Il 42enne ritorna dall’odontoiatra. Il medico opta per una scelta drastica con l’estrazione di tutti i denti ritenendo in tal modo di risolvere definitivamente il problema. Dopo circa un anno dal primo intervento il manovale si ritrova in una condizione di completa edentulia e con cefalee che continuano a tormentarlo. Solo a seguito di un doppio ricovero al malcapitato viene diagnosticata una “cefalea a grappolo cronica” che rappresenterebbe la vera causa dei lancinanti e ormai cronici dolori.
A dire del manovale l’odontoiatra non avrebbe appurato l’esatta patologia senza disporre gli opportuni accertamenti. Il medico è difeso dagli ’avvocati Luigi e Rober to Rella. [f.oli.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400