Cerca

Piano d'intervento contro la Xylella Silletti commissario

ROMA – Arriva un Piano di intervento interistituzionale a salvaguardia degli oliveti salentini, un “simbolo della cultura e del paesaggio pugliese” come sottolineato dal presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, falcidiato negli ultimi due anni dalla Xylella fastidiosa. Un Piano che, ha detto il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, segna “un salto di qualità nella lotta a questa emergenza fitosanitaria che vede per la prima volta coinvolta la Protezione civile”. Dipartimento che sulla Xylella  "replicherà – ha annunciato il prefetto Franco Gabrielli, capo della Protezione Civile, lo schema dell’emergenza Concordia
Commissario: necessario mettercela tutta
Xylella: il Cdm delibera lo stato d'emergenza
Piano d'intervento contro la Xylella Silletti commissario
ROMA – Arriva un Piano di intervento interistituzionale a salvaguardia degli oliveti salentini, un “simbolo della cultura e del paesaggio pugliese” come sottolineato dal presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, falcidiato negli ultimi due anni dalla Xylella fastidiosa. Un Piano che, ha detto il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, segna “un salto di qualità nella lotta a questa emergenza fitosanitaria che vede per la prima volta coinvolta la Protezione civile”.

Dipartimento che sulla Xylella  "replicherà – ha annunciato il prefetto Franco Gabrielli, capo della Protezione Civile, lo schema dell’emergenza Concordia”: 13,6 milioni di euro stanziati, cronoprogramma serrato, e la nomina del Comandante della Regione Puglia del Corpo forestale dello Stato Giuseppe Silletti come Commissario delegato per l'attuazione degli interventi per far fronte all’emergenza.

Il Commissario, come precisato nella conferenza stampa al Mipaaf, entro 20 giorni dovrà produrre un Piano da sottoporre all’approvazione del Dipartimento della Protezione Civile previa istruttoria di un comitato di monitoraggio costituito da 7 elementi, 3 nominati dal Ministero che ne assumerà la presidenza, 2 della Regione Puglia e 2 del Dipartimento. “Una sorta di modulo calcistico – ha ironicamente osservato Gabrielli - per una emergenza che non è all’anno zero, ma che è iniziata nell’ottobre 2013. Le risorse stanziate per 13 milioni 610mila euro serviranno per la localizzazione, il cronoprogramma e i costi d’intervento. Per un eventuale indennizzo dei danni servirà, se e quando verrà definito dal Comitato, un successivo decreto del Consiglio dei ministri”.

"Siamo di fronte – ha detto il Ministro Martina – ad un salto di qualità nella lotta al batterio della Xylella fastidiosa. Oggi rafforziamo il coordinamento. Siamo sulla strada giusta, – ha aggiunto il ministro – abbiamo reagito immediatamente come dimostra la dichiarazione dello stato di emergenza nell’ultimo Consiglio dei ministri. Ed è la prima volta infatti che la Protezione Civile interviene su un’emergenza fitosanitaria e questo riempie ulteriormente di significato la decisione presa dal Governo.  Mercoledì 18 incontrerò il ministro algerino dell’Agricoltura Abdelouahab Nouri per superare i limiti introdotti recentemente dall’Algeria sull'export di barbatelle (piante da vivaio) di vite salentina”. La “svolta operativa con la nomina del commissario Siletti con deroga dai poteri ordinari” piace al presidente Vendola, soddisfa il Corpo forestale, e i deputati Pd della commissione Agricoltura, il capogruppo Nicodemo Oliverio e Colomba Mongiello, secondo i quali il Piano d’intervento “ha il grande merito di affrontare quella della Xylella come un’emergenza nazionale”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400