Cerca

Fulmine su ciminiera 50 case evacuate

MATINO - «Pericolo di crollo della ciminiera». E le famiglie residenti nel raggio di 50 metri dall’ex distilleria De Luca di Matino hanno dovuto lasciare le loro abitazioni. Nella notte tra martedì e mercoledì un fulmine ha lesionato la ciminiera dell’ex opificio, alta circa 60 metri
Fulmine su ciminiera 50 case evacuate
MATINO - «Pericolo di crollo della ciminiera». E le famiglie residenti nel raggio di 50 metri dall’ex distilleria De Luca di Matino hanno dovuto lasciare le loro abitazioni. Nella notte tra martedì e mercoledì un fulmine ha lesionato la ciminiera dell’ex opificio, alta circa 60 metri, che si staglia all’incrocio tra via Roma e via San Michele. Ieri mattina sul posto sono giunti i vigili del fuoco di Gallipoli, che hanno accertato l’esistenza di una lesione e hanno immediatamente allertato la prefettura. Da Lecce è quindi giunto l’ordine di evacuare le abitazioni delle circa 50 famiglie residenti nel raggio di 50 metri.

Il Comune ha convocato una riunione alla quale hanno partecipato, oltre al sindaco Tiziano Cataldi e all’ammi - nistrazione, l’Ufficio tecnico, i carabinieri, i vigili urbani, la protezione civile. In serata gli accessi alle strade attorno alla ciminiera, compresi quelli di via Roma, sono stati transennati. Gli agenti della municipale hanno notificato le ordinanze di sgombero alle famiglie, che hanno quindi dovuto lasciare le loro case. È stato attivato il Centro operativo comunale della protezione civile, diretto da Quirino Marsano. Già qualche mese fa sulla ciminiera era stata notata una pericolosa lesione.

L'ex «Distilleria Nicola De Luca & Figlio», in disuso da ormai 70 anni, è oggi di proprietà dell’ingegnere Ettore De Luca e in comodato d’uso al Comune. La ciminiera, che caratterizza il paesaggio di Matino, è un’importante testimonianza di archeologia industriale. [p.t.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400