Cerca

Alessano, sigilli all’eolico selvaggio

ALESSANO - Bloccata la costruzione di una pala eolica nell’oasi faunistica. Gli agenti del Corpo forestale dello Stato si sono recati nei giorni scorsi in un terreno agricolo che sorge ai margini di contrada «Lapilli-Monti», sulla serra che sovrasta il paese in direzione di Specchia.
Alessano, sigilli all’eolico selvaggio
ALESSANO - Bloccata la costruzione di una pala eolica nell’oasi faunistica. Gli agenti del Corpo forestale dello Stato si sono recati nei giorni scorsi in un terreno agricolo che sorge ai margini di contrada «Lapilli-Monti», sulla serra che sovrasta il paese in direzione di Specchia. Qui, su un piccolo appezzamento di terreno caratterizzato dalla presenza di ulivi secolari, censiti dalla Regione Puglia con apposita etichettatura, e da una quercia vallonea, era stato eseguito lo scavo nella roccia con ogni probabilità per l’installazione di un impianto di produzione di energia dotato di pala eolica.

L’area in cui era stato eseguito lo sbancamento, esteso per una superficie rettangolare di circa 50 metri quadrati proprio accanto alla vallonea, per una profondità di circa tre metri, ricade all’interno dell’oasi di protezione naturale, dove è vietata anche la caccia per la presenza di fauna migratoria e stanziale che gode di una speciale salvaguardia perché alcune specie sono in via di estinzione.

A commissionare i lavori, come recita lo stesso cartello di cantiere, è stata la Società elettrica italiana srl, con inizio delle operazioni datato allo scorso mese di novembre, per un importo complessivo di 180mila euro.

Dopo aver raccolto alcune segnalazioni, al momento del sopralluogo i militari hanno trovato le tracce dei mezzi pesanti lasciate sul terreno e lo scavo effettuato per la realizzazione di una vasca, con l’accumulo ai bordi del terreno vegetale e la presenza all’interno del pietrame di risulta della roccia appena frantumata.

Nell’immediato è scattato il sequestro probatorio dell’area come prevede l’articolo 354 del Codice di procedura penale, in attesa di svolgere tutti gli accertamenti del caso riguardanti le autorizzazioni, attraverso i sopralluoghi e la lettura delle carte negli uffici degli enti interessati dalla procedura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400