Cerca

A Natale vivete un libro Ecco alcuni consigli

di GIACOMO PAGONE
“È Natale!” disse Scrooge fra sé. “Non l’ho perso. Gli spiriti hanno fatto tutto in una notte.” Certe storie racchiudono al loro interno la magia di un periodo dell’anno e “Canto di Natale” di Charles Dickens è il libro più adatto da far trovare sotto l’albero a grandi e piccini. Il sempiterno racconto della conversione natalizia dell’avaro Scrooge interpreta da più di centocinquanta anni la favola di Natale per eccellenza.
A Natale vivete un libro Ecco alcuni consigli

di Giacomo Pagone
“È Natale!” disse Scrooge fra sé. “Non l’ho perso. Gli spiriti hanno fatto tutto in una notte.” Certe storie racchiudono al loro interno la magia di un periodo dell’anno e “Canto di Natale” di Charles Dickens è il libro più adatto da far trovare sotto l’albero a grandi e piccini. Il sempiterno racconto della conversione natalizia dell’avaro Scrooge interpreta da più di centocinquanta anni la favola di Natale per eccellenza.

In tempi di crisi e di difficoltà economiche, un libro potrebbe rappresentare il dono ideale: non molto costoso, magari un’edizione dalla copertina attraente, senza ombra di dubbio, capace di regalare grandi emozioni. Basta scegliere quello più adatto. Ad esempio, sarà impossibile non invidiare le avventure di Larry Darrell alla scoperta di nuove culture in giro per il mondo nello splendido “Il filo del rasoio” di W. S. Maugham, una storia in bilico tra il conformismo della ruggente borghesia statunitense degli anni ’20 e la filosofica ricerca del proprio io. Quanti dovessero prediligere, invece, un’avventura più “ecologica”, potranno seguire le vicende de “Il barone rampante” di Italo Calvino e la sua scelta di vivere sugli alberi spostandosi di ramo in ramo, senza mai scendere a terra. I piccoli, ma soprattutto i meno piccoli, potranno imparare a scoprire, o a riscoprire, le bellezze della vita nelle pagine de “Il piccolo principe” di  de Saint-Exupéry.

L’intramontabile fascino dei libri non conosce limiti di genere. Se il lettore dovesse preferire le storie più cupe, amerà di certo “Teresa Raquin” di Émile Zola, un romanzo psicologico, antenato dei thriller moderni, nel quale due amanti saranno perseguitati dal rimorso per le loro colpe. Per i più romantici, invece, nessuna ambientazione potrà mai essere più cara di Parigi. E, allora, perché non leggere “Il club degli incorreggibili ottimisti”, del francese J. M. Guenassia, un capolavoro moderno, dove una Parigi di fine anni ’50 fa da sfondo a un grande amore e alle storie di uno sgangherato gruppo di giocatori di scacchi che si riunisce nel retrobottega di un bar per dimenticare il proprio passato.

Infine, a dimostrazione che i libri possono davvero coprire qualsiasi gusto, lasciatevi sedurre e scandalizzare da “Le avventure della ragazza cattiva” del Premio Nobel peruviano Mario Vargas Llosa. L’amore tra Ricardo e la “Niña mala”, velato sotto le spoglie della passione e dell’erotismo, regalerà brividi e intense emozioni.

Qualunque sia il vostro genere di lettura preferito, per Natale regalatevi la possibilità di scegliere chi essere, perché un libro non rappresenta solo un dono, ma un intero catalogo di vite diverse da interpretare per fuggire dalla routine quotidiana.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400