Cerca

Prof salentino in gara per «Nobel» degli insegnanti

ROMA - C’è anche un prof salentino nella rosa dei primi 50 candidati al Global Teacher Prize, una sorta di Premio Nobel per gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado di tutto il mondo, che mette in palio un milione di dollari da assegnare a un docente che abbia dato uno straordinario contributo alla professione. Il professore è Daniele Manni, dell’Istituto Galilei Costa di Lecce
Prof salentino in gara per «Nobel» degli insegnanti
ROMA - C’è anche un prof salentino nella rosa dei primi 50 candidati al Global Teacher Prize, una sorta di Premio Nobel per gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado di tutto il mondo, che mette in palio un milione di dollari da assegnare a un docente che abbia dato uno straordinario contributo alla professione. Il professore è Daniele Manni, dell’Istituto Galilei Costa di Lecce.
Il docente insegna Informatica e impegna i propri studenti in progetti che abbracciano diversi temi, dall’inclusione sociale alle start-up. I suoi studenti hanno raggiunto un alto tasso di successi, vincendo in media 3 o 4 premi all’anno.

Con lui gareggia anche Daniela Boscolo dell’Istituto tecnico C.Colombo di Porto Viro, in provincia di Rovigo. Il Global Teacher Prize, alla prima edizione, è frutto di un impegno di lunga data della Varkey Gems Foundation. Portando alla luce migliaia di storie di «eroi» che hanno trasformato la vita di bambini e adolescenti, il premio spera di far conoscere e divulgare - spiegano i promotori - «lo straordinario lavoro di milioni di insegnanti». Il vincitore riceverà un premio in denaro a rate di uguale entità in un periodo di dieci anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400