Cerca

Rubarono armi a corpo forestale Tre gli arrestati

LECCE – Sono stati arrestati i presunti responsabili del furto di armi e munizioni messo a segno la notte tra il 13 e il 14 luglio scorsi al posto fisso del corpo forestale dello Stato di San Cataldo, nel Salento. Si tratta di Antonio Boris Arcati, 34 anni di Leverano, Angelo Buccarella, 44 anni di Nardò e Ermanno Bianco, 41 anni di Porto Cesareo. Quest’ultimo impiegato civile presso il Corpo forestale era il basista
Rubarono armi a corpo forestale Tre gli arrestati
LECCE – Sono stati arrestati i presunti responsabili del furto di armi e munizioni messo a segno la notte tra il 13 e il 14 luglio scorsi al posto fisso del corpo forestale dello Stato di San Cataldo, nel Salento. Si tratta di Antonio Boris Arcati, 34 anni di Leverano, Angelo Buccarella, 44 anni di Nardò e Ermanno Bianco, 41 anni di Porto Cesareo. Quest’ultimo impiegato civile presso il Corpo forestale dello Stato, prima in servizio a Porto Cesareo e poi trasferito a San Cataldo e considerato dagli investigatori il basista, colui che ha fornito le indicazioni per il colpo.

I tre sono stati arrestato dai carabinieri del reparto operativo di Lecce in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal gip Vincenzo Brancato su richiesta del sostituto procuratore Massimiliano Carducci.
Nella circostanza vennero rubati dalla cassaforte, due mitragliatori Beretta M12, armi di notevole pericolosità, circa 200 munizioni, un giubbotto antiproiettile a vario materiale. Secondo quanto emerso dalle intercettazioni telefoniche le armi sarebbero state rubate per essere rivendute ad affiliati al clan Tornese della Sacra Corona Unita. Dalla vendita delle due mitragliette i tre avevano già pianificato un guadagno di circa 4mila euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400