Cerca

Telefonata alla Gazzetta «C'è una bomba al tribunale di Lecce»

LECCE – Un falso allarme bomba ha interrotto stamani per circa due ore l’attività nel palazzo di giustizia di Lecce. La segnalazione della presenza di un ordigno è stata fatta con una telefonata anonima alla sede della Gazzetta del Mezzogiorno, a Bari. L’allarme è stato dirottato alla questura di Bari e da qui a quella di Lecce che ha provveduto a inviare sul posto artificieri e agenti della Digos e a far evacuare i presenti
Allarme anche al liceo Banzi
Telefonata alla Gazzetta «C'è una bomba al tribunale di Lecce»
LECCE – Un falso allarme bomba ha interrotto stamani per circa due ore l’attività nel palazzo di giustizia di Lecce. La segnalazione della presenza di un ordigno è stata fatta con una telefonata anonima alla sede della Gazzetta del Mezzogiorno, a Bari. L’allarme è stato dirottato alla questura di Bari e da qui a quella di Lecce che ha provveduto a inviare sul posto artificieri e agenti della Digos e a far evacuare i presenti. L’ispezione ha riguardato sia lo scantinato sia i cinque piani dello stabile. Per precauzione è stato spostato anche l'apparecchio del bancomat. A detta degli investigatori non è escluso che il falso allarme possa essere attinente ad alcune udienze importanti di mafia previste per oggi tra cui quella al riesame sulla sessantina di arresti per esponenti dei clan di Taranto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400