Cerca

Due bimbi nel mirino allarme rapimenti nel basso Salento

di PIERANGELO TEMPESTA
LECCE - A Gemini di Ugento due uomini incappucciati avrebbero tentato di rapire un bambino. A Racale, invece, una donna di circa sessant'anni si sarebbe avvicinata a una bambina ferma vicino alla scuola, afferrandola per il polso. Due episodi avvenuti a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro e che hanno generato allarme tra genitori e ragazzi. L’ultimo in ordine di tempo è quello di ieri a Gemini
Due bimbi nel mirino allarme rapimenti nel basso Salento
di Pierangelo Tempesta

LECCE - A Gemini di Ugento due uomini incappucciati avrebbero tentato di rapire un bambino. A Racale, invece, una donna di circa sessant'anni si sarebbe avvicinata a una bambina ferma vicino alla scuola, afferrandola per il polso. Due episodi avvenuti a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro e che hanno generato allarme tra genitori e ragazzi. L’ultimo in ordine di tempo è quello di ieri a Gemini. Nel tardo pomeriggio, un bambino di otto anni stava camminando per strada nei pressi di un parco giochi quando due individui a bordo di una Fiat Punto scura gli si sarebbero avvicinati offrendogli caramelle. Il piccolo, però, non ha abboccato ed è subito scappato verso casa urlando e attirando l’attenzione dei genitori. I due sconosciuti sarebbero quindi fuggiti. L’accaduto è stato segnalato anche dal consigliere comunale Carlo Scarcia, che ha annunciato un suo intervento per chiedere maggiori controlli agli organi competenti.

Risale all’inizio della settimana, invece, l’episodio di Racale, sul quale stanno indagando i carabinieri del paese e del quale è stato informato il sostituto procuratore Roberta Licci. Tutto sarebbe accaduto vicino alla scuola di via Mazzini. La signora, dell’apparente età di sessant'anni e con i capelli bianchi, si sarebbe avvicinata alla bambina e avrebbe iniziato a parlarle, quasi come se volesse scherzare. Ad un certo punto, le avrebbe afferrato il polso. La mamma si è subito accorta di quello che stava accadendo e ha ripreso la piccola in braccio. La sconosciuta si sarebbe quindi allontanata senza dire nulla. La madre, però, si è rivolta ai carabinieri, che ora stanno indagando per fare luce sulla vicenda. Al momento si sa solo che la signora non sarebbe residente a Racale. La notizia ha fatto in poche ore il giro del paese, generando non pochi timori nei genitori. Ma nessun altro caso riguardante la sconosciuta signora sarebbe stato finora segnalato alle forze dell’ordine. Nessuna denuncia è stata presentata nemmeno riguardo alle voci che in questi giorni stanno circolando ad Acquarica del Capo e Presicce e che riguarderebbero un gruppo di persone sospette viste aggirarsi vicino alle scuole.

Un tentato sequestro è invece andato in scena qualche giorno fa a Galatina. In questo caso, però, la malcapitata protagonista è una ragazza di vent'anni che, mentre era in attesa dell’autobus in via Roma, sarebbe stata avvicinata da tre individui che avrebbero tentato con la forza di farla entrare in un furgone. La giovane è riuscita a divincolarsi e si è rifugiata nella vicina edicola, allertando le forze dell’ordine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400