Cerca

«Pagata» 800 euro per farla prostituire arrestati tre bulgari

LECCE – Tre persone di nazionalità bulgara sono state arrestate dai carabinieri con l'accusa in concorso di riduzione in schiavitù nei confronti di una connazionale di 31 anni, "acquistata" in Bulgaria per 800 euro per farla poi prostituire, e di favoreggiamento della prostituzione nei confronti di altre donne di origini bulgare di età compresa tra i 19 ai 33 anni
«Pagata» 800 euro per farla prostituire arrestati tre bulgari
LECCE – Tre persone di nazionalità bulgara sono state arrestate dai carabinieri con l'accusa in concorso di riduzione in schiavitù nei confronti di una connazionale di 31 anni, "acquistata" in Bulgaria per 800 euro per farla poi prostituire, e di favoreggiamento della prostituzione nei confronti di altre donne di origini bulgare di età compresa tra i 19 ai 33 anni.

L’operazione, chiamata "Robinia" che vuo dire "schiava" nella lingua bulgara, ha permesso di arrestare i presunti componenti di una banda composta da marito e moglie, rispettivamente di 40 e 38 anni e da un giovane di 27 anni i quali – secondo quanto accertato dagli investigatori - "acquistavano" le ragazze in Bulgaria per portarle in Italia e farle prostituire.

Il 'traffico" di donne è stato scoperto grazie alla denuncia fatta dalla giovane 31enne, fermata dai carabinieri per un controllo mentre si prostituiva sulla strada provinciale che collega Maglie a Collepasso: la giovane donna ha raccontato ai militari di essere stata 'acquistatà per 800 euro il giorno prima in Bulgaria da tre connazionali che l'avevano poi portata nel Salento per farla prostituire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400