Cerca

Giudice pace Lecce annulla multa per grattino scaduto

LECCE – I cittadini che parcheggiano le proprie auto in un’area a pagamento devono acquistare un biglietto e non possono essere multati se il grattino scade. Lo ha stabilito il giudice di pace di Lecce Giuseppe Paparella che ha annullato una multa che era stata fatta ad un cittadino per la sosta, poichè nel corso di questa il gratino era scaduto. Lo rende noto il responsabile del Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori (Codacons) di Lecce, Piero Mongelli
Giudice pace Lecce annulla multa per grattino scaduto
LECCE – I cittadini che parcheggiano le proprie auto in un’area a pagamento devono acquistare un biglietto e non possono essere multati se il grattino scade. Lo ha stabilito il giudice di pace di Lecce Giuseppe Paparella che ha annullato una multa che era stata fatta ad un cittadino per la sosta, poichè nel corso di questa il gratino era scaduto. Lo rende noto il responsabile del Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori (Codacons) di Lecce, Piero Mongelli.

Le motivazioni, secondo Mongelli "sono chiarissime: "Le aree di parcheggio a pagamento – scrive il giudice di pace – non prevedono il rinnovo del ticket alla scadenza del tempo pagato". "Può e deve essere richiesto – sottolinea il giudice – il pagamento per il periodo di tempo residuale non pagato, che è diverso dalla sanzione per omesso pagamento della sosta".

"Il Codacons – conclude Mongelli – alla luce di questa innovativa e chiarissima sentenza, ha deciso di diffidare, per l'ultima volta, il Comune di Lecce e il prefetto salentino, Giuliana Perrotta, affinchè i diritti di cittadinanza siano preservati dinanzi a inaccettabili violazioni di legge da parte di coloro che, invece, dovrebbero esserne i custodi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400