Cerca

Idrovolanti, droni, elicotteri parte il «Festival dell’aria»

CASTRO - Idrovolanti, elicotteri, paramotori, droni, aeromodelli e anche una mongolfiera e un dirigibile. E un ospite vip: Emanuele Filiberto di Savoia. Sono i protagonisti del “Festival dell’Aria”, primo raduno aeronautico che si svolgerà domenica sul litorale della Perla adriatica. Il meeting, oltre a prevedere passaggi aerei in volo sulla rada del porto vecchio, ha anche in programma una serie di visite educational con l’obiettivo di favorire l’avio-turismo
Idrovolanti, droni, elicotteri parte il «Festival dell’aria»
CASTRO - Idrovolanti, elicotteri, paramotori, droni, aeromodelli e anche una mongolfiera e un dirigibile. E un ospite vip: Emanuele Filiberto di Savoia. Sono i protagonisti del “Festival dell’Aria”, primo raduno aeronautico che si svolgerà domenica sul litorale della Perla adriatica, promosso dal Comune di Castro e dall’Aviazione Marittima Italiana - Idroclub Aviatori d’Italia, associazione presieduta dal vulcanico Orazio Frigino. Il meeting, oltre a prevedere passaggi aerei in volo sulla rada del porto vecchio, ha anche in programma una serie di visite educational con l’obiettivo di favorire l’avio-turismo.

L’avvio del festival, ieri, è stato sancito dall’arrivo di idrovolanti ultraleggeri e di altri velivoli al campo volo della Masseria Macrì (Supersano), accolti dal gestore del campo volo, Alfio Vizzino e dall’organizzatore dell’evento, Orazio Frigino.

Oggi è previsto invece l’atterraggio a Castro, del principe Emanuele Filiberto e del notabile Marcello Pichi Graziani, a bordo di Equirielle 350 biturbina. Entrambi sono di ritorno dalla manifestazione «Athens Fly Week». «L’idea - spiega Frigino - è quella di creare una rete di elisuperfici che colleghi l’Italia dalle Alpi al Salento. Castro ed il suo sindaco Alfonso Capraro hanno subito risposto con entusiasmo all’idea di questo raduno che speriamo possa divenire una piacevole occasione annuale».

Nel Salento sono attesi gli idrovolanti a scarponi trasformati dalle officine cremonesi della Scuola italiana volo, in particolare il “Legend 540” di Graziano Mazzolari proveniente da Cremona, un “Super Bingo” delle officine di Enzo Simonini proveniente da Modena e due “Savannah” della casa costruttrice astigiana Icp, provenienti rispettivamente dall’aviosuperficie Fiume Freddo di Taormina con al comando il pilota Giuseppe de Maggio e da Angera (Lago Maggiore) con il pilota Pasquale d’Ambrosio. Inoltre, è atteso l’idrovolante a scafo centrale “Sea Max” di costruzione brasiliana proveniente da Vigevano con il pilota italo-argentino Gustavo Saurin. Da Grottaglie, arriverà un idrovolante antincendio “AT-802AF Fire Boss” della società Airspea, ai comandi del pilota Salvatore De Palma. Giungeranno a Castro pure i paramotoristi del “Team Audace” di Udine, l’elicottero “Robinson R44” del comandante Francesco Sallustio, l’autogiro “Magni M16” di Giuseppe Casalino e la mongolfiera ad aria calda della barese Cv Fly Communication con l’equipaggio formato da Nicola Corsaro, Conny Bennati (già campionessa italiana di volo in mongolfiera) e Piero Rossiello. Non mancheranno i droni: a Castro si esibiranno un quadricottero “Phantom” e un dirigibile telecomandato della Salento Droni, start-up di Carmiano che utilizza questi mezzi per riprese video e campagne pubblicitarie. E infine saranno presenti anche i modelli del Gruppo aeromodellistico magliese, in collaborazione con Videoplan Drone e Rb Model.

Per domenica pomeriggio è prevista la parata del raduno, con decolli, ammaraggi e passaggi degli idrovolanti, le presentazioni in volo di elicottero, autogiro, drone e dirigibile, oltre al programma dei paramotori e ai voli panoramici in mongolfiera. Pure gli aeromodellisti mostreranno le loro capacità di volo radiocomandato. Per l’occasione, hanno annunciato dei passaggi durante la manifestazione anche il bimotore “Tecnam P2006” del pilota Giuseppe Fortunato e il nuovissimo aereo da addestramento “Blackshape BS100”, prodotto a Monopoli, ai comandi del pilota Elio Rullo. «Una manifestazione - conclude Frigino - che vuole ricordare al Salento il suo grande potenziale turistico anche nel campo dell’aviazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400