Cerca

Piloti in sella tra storia e sport

LECCE - Decine di moto d’epoca, dagli scooter Vespa alle Guzzi, fino alle Ducati, sfavillanti bolidi del passato in passerella a Lecce in occasione del «Motoraid dei Menhir», trofeo regolarità di strada, giunto alla sesta prova valida per il campionato italiano Motoraid. Il raduno degli appassionati ha avuto luogo ieri mattina a Porta Napoli
Piloti in sella tra storia e sport
LECCE - Decine di moto d’epoca, dagli scooter Vespa alle Guzzi, fino alle Ducati, sfavillanti bolidi del passato in passerella a Lecce in occasione del «Motoraid dei Menhir», trofeo regolarità di strada, giunto alla sesta prova valida per il campionato italiano Motoraid. Il raduno degli appassionati ha avuto luogo ieri mattina a Porta Napoli, dove tantissimi piloti - fra i quali, per la prima volta, anche quattro donne - hanno atteso il segnale di partenza della competizione. Un evento non solo sportivo, ma anche culturale, che ha inteso coniugare l’interesse sempre crescente per le moto d’epoca alla bellezza del territorio ed alla sua storia più antica, lungo un itinerario che ha toccato alcuni dei più significativi luoghi del salento sotto il profilo storico e paesaggistico.

Il nuovo percorso, di oltre 100 chilometri, si è snodato attraverso i comuni di Cavallino, Caprarica, San Donato, Sternatia, Soleto, Martano, Carpignano, Melendugno e Vernole, per concludersi nel capoluogo salentino. Ai nastri di partenza, come detto, tantissimi piloti. Soprattutto equipaggi pugliesi, ma anche provenienti dalla Grecia, dalla Repubblica di San Marino, da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. L’evento è stato presentato nei giorni scorsi all’Open space di Palazzo Carafa, alla presenza del sindaco Paolo Perrone e di Mario Alberto Traverso, coordinatore nazionale turismo della federazione motociclistica italiana. C’erano anche Antonio Pascali, presidente provinciale del Coni; Daniele Reho, presidente del motoclub Melpinio, organizzatore dell’evento; Antonio Legittimo, responsabile tecnico della competizione. Il Motoraid dei Menhir nasce nel 2013 da un’idea del Motoclub Melpinio di Melpignano, con lo scopo di far incontrare gli appassionati di motociclismo d’epoca in una manifestazione dinamica, strutturata secondo le regole di una gara di regolarità.

Il filo conduttore è l’antica cultura messapica, di cui i Menhir presenti lungo il percorso sono l’evi - dente testimonianza. L’essenza del salento, dunque, proposta in chiave agonistica ad un gruppo di appassionati conduttori di motociclette, patrimonio storico della tecnologia italiana e internazionale degli ultimi cento anni. Il Motoraid dei Menhir rappresenta una novità assoluta per il territorio, con il valore aggiunto determinato dal numero dei concorrenti oltre che da livello qualitativo delle motociclette in gara.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400