Cerca

Lecce, tagliano ulivi su suolo confiscato: arrestati

Lecce, tagliano ulivi su suolo confiscato: arrestati
LECCE - Due persone, sorprese dai carabinieri mentre tagliavano ulivi in un terreno confiscato alla mafia, sono state arrestate per furto aggravato e continuato di legna di ulivo secolare. Gli arrestati sono Giampiero Russo, di 25 anni e Gianni Luca De Bitonti, di 39.

l terreno dopo un accertamento è risultato essere di proprietà del padre di Russo, Francesco, 62 enne, considerato dalla Dia «un pregiudicato di elevato spessore criminale» e al quale la Direzione investigativa antimafia di Lecce nel marzo 2013 aveva confiscato e sequestrato una serie di beni, per un valore di 700 mila euro, fra cui proprio l'uliveto teatro del furto, diventato a tutti gli effetti un bene dello Stato.

I due arrestati, poi rimessi in libertà in attuazione dell'art.121 delle Disposizioni di attuazione del Codice di procedura penale, in quanto incensurati, sono stati sorpresi dai carabinieri nella campagna, in località «Arene», nel territorio neretino, mentre erano intenti a tagliare alla base i tronchi di sette ulivi secolari 'armatì con motoseghe

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400