Cerca

Lecce, sequestro bimba bulgara giudizio immediato per i rapitori

LECCE – Il gip Di Lecce Vincenzo Brancato su richiesta del pm Elsa Valeria Mignone, ha disposto il giudizio immediato per Giovanni Giancane, 45 anni di Monteroni di Lecce e di Valentina Piccinonno, 31enne si Lecce, accusati del rapimento lampo di una bimba bulgara di sei anni lo scorso 9 giugno. La piccola venne sequestrata mentre giocava per strada con la sorella maggiore e altri amichetti nei giardini dell’area del mercato di Monteroni. Il rapimento durò poche ore. Le ricerche condotte dai carabinieri con l’aiuto della comunità bulgara locale portarono in poco tempo a rintracciare la piccola
Lecce, sequestro bimba bulgara giudizio immediato per i rapitori
LECCE – Il gip Di Lecce Vincenzo Brancato su richiesta del pm Elsa Valeria Mignone, ha disposto il giudizio immediato per Giovanni Giancane, 45 anni di Monteroni di Lecce e di Valentina Piccinonno, 31enne si Lecce, accusati del rapimento lampo di una bimba bulgara di sei anni lo scorso 9 giugno.

La piccola venne sequestrata mentre giocava per strada con la sorella maggiore e altri amichetti nei giardini dell’area del mercato di Monteroni. Il rapimento durò poche ore. Le ricerche condotte dai carabinieri con l’aiuto della comunità bulgara locale portarono in poco tempo a rintracciare la piccola che era trattenuta nell’abitazione dei due a Lecce e che stava dormendo con la sua sequestratrice.

I due furono arrestati. La donna si è sempre difesa dicendo che voleva prendersi cura della piccola solo per qualche ora, dandole da mangiare e lavandola. Il processo si aprirà il prossimo 24 ottobre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400