Cerca

Clochard con scabbia «ricoverato» in ambulanza

COPERTINO – Per l’assenza di posti letto nei reparti di dermatologia di diversi ospedali salentini, un clochard affetto da scabbia è stato 'ricoveratò per 24 ore in un’ambulanza parcheggiata nei pressi del pronto soccorso dell’ospedale di Copertino, in un’area servita da servizi igienici. Sull'uomo, dall’apparente età di 40 anni e di nazionalità indiana, è stata avviata la profilassi anti-scabbia ed è stata garantita l’assistenza
Clochard con scabbia «ricoverato» in ambulanza
COPERTINO – Per l’assenza di posti letto nei reparti di dermatologia di diversi ospedali salentini, un clochard affetto da scabbia è stato 'ricoveratò per 24 ore in un’ambulanza parcheggiata nei pressi del pronto soccorso dell’ospedale di Copertino, in un’area servita da servizi igienici. Sull'uomo, dall’apparente età di 40 anni e di nazionalità indiana, è stata avviata la profilassi anti-scabbia ed è stata garantita l’assistenza.

La situazione si è sbloccata stasera quando la Asl ha disposto, vista l’eccezionalità del caso, l’apertura di una sezione ristrutturata ma non ancora operativa del nosocomio dove il clochard è stato ricoverato. Del caso sono stati informati carabinieri e questura che stanno cercando ora di identificare il senzatetto.

L'uomo è stato soccorso ieri a Lecce dal 118: un’ambulanza lo ha prelevato nei pressi di Porta Rudiae e condotto nel vicino 'Vito Fazzì. Da qui il clochard è stato dirottato a Copertino dopo i sanitari gli hanno diagnosticato la scabbia, patologia che solitamente viene curata con tre giorni di profilassi a casa, in isolamento, con uno specifico preparato galenico. Il fatto che l’uomo sia un senza tetto ha fatto scattare l'emergenza sanitaria per l’indisponibilità di posti letto in diversi reparti di dermatologia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400