Cerca

Parte preparazione «Focara Novoli» affidata a Kounellis

LECCE – Sarà Jannis Kounellis l’artista che lavorerà all’installazione sulla 'fòcarà 2015, il monumentale falò che si accenderà la sera del 16 gennaio a Novoli (Lecce) in onore di Sant'Antonio Abate, patrono della città del Salento. A comunicarlo sono gli organizzatori della manifestazione
Parte preparazione «Focara Novoli» affidata a Kounellis
LECCE – Sarà Jannis Kounellis l’artista che lavorerà all’installazione sulla 'fòcarà 2015, il monumentale falò che si accenderà la sera del 16 gennaio a Novoli (Lecce) in onore di Sant'Antonio Abate, patrono della città del Salento. A comunicarlo sono gli organizzatori della manifestazione.

I tratti distintivi dell’enorme pira, di circa venti metri di diametro per venticinque di altezza, saranno progettati dall’artista greco che penserà il suo intervento in relazione alla forma del 'pignone conicò: un cumulo di circa 80 mila fascine di tralci di vite a più strati concentrici che anticamente venivano accatastate e bruciate come fuoco propiziatorio e probabilmente per ricavarne carbone.

"La fòcara – sottolinea Kounellis – rappresenta la vittoria di una comunità che costruisce con il proprio sangue, bruciando i tralci delle vigne, un grandissimo falò. La vigna simbolicamente è la vita, il vino è la linfa vitale, il sangue. E' un rituale quasi teatrale".

La 'festa del fuocò, da alcuni anni, su idea del presidente della Fondazione Fòcara nonchè sindaco di Novoli, Oscar Marzo Vetrugno, è caratterizzata da una particolare 'interazionè con le pratiche artistiche contemporanee e internazionali. Già l'anno scorso, infatti, a decidere la forma conica alla legna che brucerà al calare del sole è stato l’artista giapponese Hidetoshi Nagasawa.

Jannis Kounellis, sotto la direzione artistica di Giacomo Zaza, realizzerà anche una serigrafia e un’opera in tiratura limitata, pensati in riferimento esclusivo all’evento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400