Cerca

Emergenza Xylella «Ci si attivi subito»

BARI - Coldiretti Puglia: "Abbiamo deciso di chiamare a raccolta i nostri tecnici per avviare le verifiche in campo e il primo monitoraggio delle aziende colpite dal batterio, del numero di alberi e delle varietà maggiormente aggredite dalla malattia, i cui effetti si stanno vedendo ora, ma il contagio risale ad almeno due anni fa"
Emergenza Xylella «Ci si attivi subito»
BARI – "L'ennesimo incontro odierno in assessorato non lascia dubbi sulla necessità di mettersi all’opera contro la Xylella Fastidiosa nel Salento. Abbiamo preso atto dell’impegno del ministro Martina per l’emanazione del decreto che dichiari lo stato di emergenza. Sono necessari i dati relativi al monitoraggio dell’area infetta e soprattutto dell’area di rispetto che fungerà da cordone sanitario".
Lo dice il presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele, che oggi ha partecipato all’incontro con i tecnici dell’assessorato regionale alle Risorse agricole. "Abbiamo deciso, inoltre, di chiamare a raccolta i nostri tecnici – prosegue – per avviare le verifiche in campo e il primo monitoraggio delle aziende colpite dal batterio, del numero di alberi e delle varietà maggiormente aggredite dalla malattia, i cui effetti si stanno vedendo ora, ma il contagio risale ad almeno due anni fa, perchè riteniamo indispensabile avere una fotografia esatta dalla situazione e poter ragionare in maniera compiuta dell’emergenza. Pertanto, i nostri uffici sono a disposizione dei nostri associati". "La malattia continua a propagarsi a causa delle temperature estive – conclude – ed è evidente la necessità di ottimizzare le pratiche agronomiche in quell'area. Così come è evidente il danno, oltre al reddito delle imprese olivicole vere, all’immagine della Puglia olivicola e olearia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400