Cerca

A Cursi la «taranta» con il sound di Alfio Antico

Lo spettacolo è concepito come una raffigurazione simbolica, per immagini sonore, del tempo nella civiltà contadina del Salento. Si tratta di un percorso sonoro in forma stilizzata dei canti, dei ritmi e dei suoni che dall’alba alla notte scandivano il tempo della vita contadina. Ospite del progetto, Alfio Antico, tra i maggiori interpreti del tamburo
A Cursi la «taranta» con il sound di Alfio Antico
Un’altra tappa del Festiva itinerante «La notte della taranta», questa sera a Cursi, in piazza Pio XII, alle 21.30. Per la prima volta insieme su un palco si esibiscono la cantante salentina Anna Cinzia Villani accompagnata da due componenti della MacuranOrchestra (Roberto Chiga alle percussioni e Attilio Turrisi alle chitarre), a cui si aggiunge l’organetto di Raffaele Pinelli e il gruppo di percussionisti di Volterra Quartiere Tamburi, diretti da Marzio Del Testa.
Lo spettacolo è concepito come una raffigurazione simbolica, per immagini sonore, del tempo nella civiltà contadina del Salento. Si tratta di un percorso sonoro in forma stilizzata dei canti, dei ritmi e dei suoni che dall’alba alla notte scandivano il tempo della vita contadina.

A questa festa partecipata, particolarmente coinvolgente per ricchezza armonica e ritmica, si approda attraverso un crescendo progressivo di masse sonore e elementi percussivi, passando per l’elaborazione musicale di filastrocche, giochi infantili e canti d’amore, trattati all’occor renza con strumenti preparati e rielaborazioni elettroniche al fine di esaltarne la forza evocativa e il potere espressivo.
Ospite del progetto, Alfio Antico, tra i maggiori interpreti del tamburo a cornice ed erede di una tradizione musicale, ma ancor prima sonora, appresa grazie a un rapporto diretto con la natura e la cultura pastorale siciliana.

Il progetto musicale per il festival itinerante de “La Notte della Taranta” 2014 fa della ricerca sui suoni minimi e sui ritmi della vita contadina, la propria cifra stilistica e il materiale per la creazione musicale. L’antico ritmo del Salento, reinterpretato con parole nuove con i Fonarà, formazione proveniente da Corigliano d’Otranto che propone un repertorio di canti popolari e brani inediti. Intanto, nell’auditorium di Zollino, prosegue l’allestimento del diciassettesimo Concertone in programma a Melpignano il prossimo 23 agosto, che vedrà sul palco l’orchestra popolare «La Notte della Taranta» guidata per il secondo anno dal violoncellista siciliano Giovanni Sollima. Tra gli ospiti invitati a cimentarsi con il tradizionale canzoniere salentino, ci saranno: il musicista del Niger Bombino, considerato dalla critica il «Jimi Hendrix del deserto», poi il percussionista Glen Velez, la cantante americana Lori Cotler, il mandolinista Avi Avital e i siciliani Fratelli Mancuso, oltre a due grandi nomi del panorama nazionale, Roberto Vecchioni e Antonella Ruggiero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400