Cerca

Muore folgorata sotto la doccia

LIDO MARINI (UGENTO) - La tragedia è avvenuta ieri sera alle 20 in un’abitazione di Lido Marini, la località balneare frazione di Ugento. La vittima è Antonia Negro, una pensionata di 60 anni, originaria di Presicce, ma residente a Statte dove è sposata con un operaio dell’Ilva. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 e i carabinieri della stazione di Ugento
Muore folgorata sotto la doccia
LIDO MARINI (UGENTO) - Uccisa da una scarica elettrica mentre fa una doccia. La tragedia è avvenuta ieri sera alle 20 in un’abitazione di Lido Marini, la località balneare frazione di Ugento. La vittima è Antonia Negro, una pensionata di 60 anni, originaria di Presicce, ma residente a Statte dove è sposata con un operaio dell’Ilva. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 e i carabinieri della stazione di Ugento, al comando del maresciallo Martino De Giorgi, e del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Casarano, coordinati dal tenente Roberto Mitola. La donna era sotto la doccia, realizzata all’esterno dell’abitazione estiva di via Rossini. In casa c’era anche il marito.

La tranquillità della serata è stata interrotta dalle urla della donna. Il marito si è precipitato all’esterno. Ha tentato di fare il possibile per tirare la moglie fuori dall’acqua. Ma non c’è l’ha fatta. Ha staccato l’interruttore generale per interrompere il flusso di corrente elettrica, ma ormai per Antonia Negro non c’era più nulla da fare. Stando alle prime indicazioni le cause della tragedia sarebbero da ricondurre al cattivo funzionamento dello scaldabagno o ad una sua improvvisa rottura.
Certo è che i fili elettrici sono entrati in contatto con l’acqua. E la doccia si è trasformata in una trappola mortale per la pensionata. L’arrivo del personale del 118 è stato inutile. Intorno all’abitazione di via Rossini si è radunata una folla composta da amici e da curiosi che si sono stretti intorno alla famiglia di Antonia Greco. La salma su disposizione del magistrato di turno, il sostituto procuratore Roberta Licci, è stata trasferita nella camera morturia dell’ospedale «Vito Fazzi» dove, nelle prossime ore, saranno eseguiti gli accertamenti medico legali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400