Sabato 23 Giugno 2018 | 06:33

Video clip senza permesso «assolto» Biagio Antonacci

NARDÒ - Una nobildonna di Nardò chiese al famoso cantante Biagio Antonacci un maxi risarcimento per danni patrimoniali e morali subiti: 150mila euro. Ma il tribunale di Nardò, nella persona del giudice monocratico Katia Pinto, ieri le ha risposto “picche”. La contestazione della donna per alcune riprese di pochi secondi di una cappelletta
Video clip senza permesso «assolto» Biagio Antonacci
NARDÒ - Una nobildonna di Nardò chiese al famoso cantante Biagio Antonacci, tramite un avvocato di Roma, un maxi risarcimento per danni patrimoniali e morali subiti: 150mila euro. Ma il tribunale di Nardò, nella persona del giudice monocratico Katia Pinto, ieri le ha risposto “picche”. Di che gravissimo “re at o ” si era macchiato il Biagio nazionale? Nel maggio 2009 il suo video più bello, “Tra te e il mare”, è stato girato interamente nel centro storico di Nardò, al Frascone e tra le campagne di Agnano. Proprio in questa area rurale la troupe filma Antonacci mentre, per pochissimi secondi, si ferma davanti ad una cappelletta di campagna.

Ognuno di quei secondi, però, poteva costare caro all’artista perché la proprietaria aveva citato in giudizio “Biagio Giovanni Antonacci” e la Sony Music riferendo che nella zona di Agnano, dove è stato girato il video, la chiesetta era stata “inopinatamente” ripresa senza previo consenso. La proprietaria, «profondamente rattristata per essere stata ingiustamente colpita nei propri affetti più cari» chiese una bonaria soluzione della questione. Cioè denaro. Ma la replica dei legali della società che ne curava la produzione del videoclip ha portato al giudizio: «lo stato dei luoghi, in completo abbandono e senza recinzione, non ha destato il minimo sospetto che quella potesse essere una zona privata o presidiata».

La notizia della denuncia, all’epoca, amareggiò molto anche il sindaco di allora, Antonio Vaglio, che con gran gioia aveva accolto quei ciak che avrebbero portato Nardò e il suo territorio nelle case di milioni di persone. Ieri l’epilogo: la proprietaria ha obiettato che quelle riprese hanno fatto sfumare la possibilità di riprodurre, per la prima volta, in video o foto, in cataloghi o brochure, la chiesetta nella quale si sarebbe dovuto celebrare il suo matrimonio. E che il videoclip ha diminuito invece di elevarlo il valore economico ed affettivo del luogo, inflazionandolo e deturpandolo. Bottoni attaccati al contrario, insomma, tanto che il giudice ha respinto ogni pretesa risarcitoria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Nuova tempesta sul Comune di Parabita: sindaco (ri)destituito

Nuova tempesta sul Comune di Parabita: sindaco (ri)destituito

 
Carlo Bernardini in una intervista su Youtube

Ci lascia Carlo Bernardini, decano dei fisici italiani

 
litoranea sud Gallipoli

Gallipoli, apre la litoranea: «Ecco la strada dei lidi»

 
Lecce da «barocca» a «impacchettata»: in restauro due simboli della città, invisibili ai turisti

Lecce da «barocca» a «impacchettata»: in restauro due simboli della città

 
Lecce, «E' vero che sei gay ?»Prof aggredito da studenti

Lecce, «E' vero che sei gay?»
Prof aggredito da studenti

 
Sequestrati beni 1,5mln euro a presunti affiliati Scu in Salento

Sequestrati beni 1,5mln euro
a presunti affiliati Scu in Salento

 
Salvemini spinge il filobus «Più corse, meno costi»

Salvemini spinge il filobus
«Più corse, meno costi»

 
Famiglia del dj Navi denuncia il Pm

Famiglia del dj Navi denuncia pm

 

MEDIAGALLERY

Confiscati beni per 30 mln fatti con un sequestro degli anni '80

Confiscati beni per 30 mln fatti con un sequestro degli anni '80

 
Lecce da «barocca» a «impacchettata»: in restauro due simboli della città, invisibili ai turisti

Lecce da «barocca» a «impacchettata»: in restauro due simboli della città

 
La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

 
Rapina all'Auchan di Taranto, panico tra la gente

Rapina all'Auchan di Taranto, arrestati un 18enne e un 16enne incensurati Vd

 
Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

 
Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

 
Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

 
Mancini a Matera: «Il Brasile vincerà il Mondiale»

Mancini a Matera: «Nel 2019 l'Italia qui per giocare una partita»

 
Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

 
Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

 

LAGAZZETTA.TV

Mondo TV
Parte il test globale sulla salute degli oceani

Parte il test globale sulla salute degli oceani

 
Italia TV
Boom di farmaci falsi, due su tre contro l'impotenza

Boom di farmaci falsi, due su tre contro l'impotenza

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Economia TV
Accordo Eurogruppo su Grecia, ok alleggerimento debito

Accordo Eurogruppo su Grecia, ok alleggerimento debito

 
Meteo TV
Previsioni meteo per venerdi', 22 giugno 2018

Previsioni meteo per venerdi', 22 giugno 2018

 
Calcio TV
Messi male, e la papera Caballero

Messi male, e la papera Caballero

 
Spettacolo TV
Una vita spericolata, diventare criminali per caso

Una vita spericolata, diventare criminali per caso