Cerca

«Ubriachi di Negramaro» 25mila al concerto di Lecce

di ANNA CHIARA PENNETTA
LECCE - «Ubriachi di Negramaro»...e i cuori si accendono. Uno striscione sbandierato con entusiasmo sintetizza al meglio la grande festa del Via del Mare. Palco rovente e stadio accordato all’unisono sulle note di tutti i grandi successi della band salentina. Uno scambio di energia senza precedenti tra i venticinquemila fan e i sei artisti che dopo sette anni sono tornati a suonare dal vivo «a casa» e per la prima volta nello stadio leccese. E l’attesa non ha deluso le aspettative
«Ubriachi di Negramaro» 25mila al concerto di Lecce
di Anna Chiara Pennetta

LECCE - «Ubriachi di Negramaro»...e i cuori si accendono. Uno striscione sbandierato con entusiasmo sintetizza al meglio la grande festa del Via del Mare. Palco rovente e stadio accordato all’unisono sulle note di tutti i grandi successi della band salentina. Uno scambio di energia senza precedenti tra i venticinquemila fan e i sei artisti che dopo sette anni sono tornati a suonare dal vivo «a casa» e per la prima volta nello stadio leccese. E l’attesa non ha deluso le aspettative.

Un evento dal gusto di un vero festival estivo, cominciato alle 18 con le performance dei tan+ti ospiti che Giuliano Sangiorgi & company hanno invitato sul palco, tra cui Opa Cupa e Cesare Dell’Anna, Bundamove, Après la classe, Fonokit.

Quella del Via del Mare è stato però soprattutto il caldo abbraccio dei salentini per il loro gruppo rock. Una festa che non è stata rovinata dalla pioggia lieve caduta nel pomeriggio. Mascotte della serata Samuele, un ragazzino di 10 anni arrivato da Alezio per mano con mamma e papà. Ed erano tanti i teenager al primo concerto con bandana e smartphone alla mano, accompagnati dai genitori, loro stessi fan sfegatati di Giuliano e felici anche per l’autoannunciata (sui social) presenza tra gli ospiti di Federico Zampaglione. Un colpo d’occhio pazzesco il prato e le tribune: un pubblico eclettico, tanti striscioni, cori, euforia inebriante. «Portaci in giro stanotte e facci girare più forte», «siamo pazzi di voi»...

Infine luci basse, pubblico trepidante e poi sotto i riflettori solo Giuliano, Andro, Lele, Ermanno, Danilo e Andrea. Energia, adrenalina, emozione e 25mila ubriachi di Negramaro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400