Cerca

Uccise la zia a ombrellate Portata in carcere

LECCE - I carabinieri hanno eseguito a Trepuzzi (Lecce) un ordine di carcerazione nei confronti di Anna Maria Toraldo, di 55 anni che il 20 dicembre 2012 uccise la zia 86enne, che accudiva, con colpi di ombrello in testa. La donna dovrà scontare, in carcere, una pena residua di 6 anni e 8 mesi di reclusione. In più è stata condannata alla interdizione legale per lo stesso periodo
Uccise la zia a ombrellate Portata in carcere
LECCE - I carabinieri hanno eseguito a Trepuzzi (Lecce) un ordine di carcerazione nei confronti di Anna Maria Toraldo, di 55 anni che il 20 dicembre 2012 uccise la zia 86enne, che accudiva, con colpi di ombrello in testa. La donna dovrà scontare, in carcere, una pena residua di 6 anni e 8 mesi di reclusione. In più è stata condannata alla interdizione legale per lo stesso periodo, e alla interdizione perpetua dai pubblici uffici. Esasperata dalle continue lamentele della donna disabile, in un momento di rabbia, Anna Maria Toraldo colpi ripetutamente alla testa la zia con l'ombrello, poi sistemò la scena del delitto: chiamò il medico curante della vittima, dichiarando che era caduta da sola. L'autopsia e le attività tecniche dei carabinieri della Compagnia di Campi Salentina (Lecce) smentirono la sua versione dei fatti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400