Cerca

«Salento d'estate» La sagra te lu ranu

di GIUSEPPE PASCALI
Tre serate all’insegna del grano e delle sue delizie. Ultimi giorni di preparativi a Merine di Lizzanello per la «Sagra te lu Ranu», appuntamento gastronomico siglato dal «Comitato festa patronale e sagra te lu ranu» presieduto dal parroco don Luca Nestola. È una delle sagre dell’estate salentina più consolidate e conosciute. Il taglio del nastro il 4 luglio
La farina di ceci (far'nedd) regina a Castellaneta
«Salento d'estate» La sagra te lu ranu
di GIUSEPPE PASCALI

Tre serate all’insegna del grano e delle sue delizie. Ultimi giorni di preparativi a Merine di Lizzanello per la «Sagra te lu Ranu», appuntamento gastronomico siglato dal «Comitato festa patronale e sagra te lu ranu» presieduto dal parroco don Luca Nestola. È una delle sagre dell’estate salentina più consolidate e conosciute in grado di attirare pubblico anche da fuori provincia. Il taglio del nastro della ventiduesima edizione dell’attesa manifestazione sarà venerdì 4 luglio alle 19.30. A seguire saranno tre appuntamenti, sino a domenica, a base di piatti d’eccellenza, con grande e incontrastato protagonista, il grano, cui faranno da sponda la musica e altre iniziative collaterali, dalle dimostrazioni culinarie delle massaie merinesi ai lavori dei bambini al cabaret di Dario Talesco. Non mancheranno il luna park e il mercatino di prodotti artigianali.

Gli organizzatori hanno puntato quest’anno a rafforzare al massimo i servizi della sagra, con due punti informativi sulle serate, il programma, la dislocazione delle attrattività e i prodotti preparati. In più, dislocati per le vie del centro, cartelloni informativi dove saranno spiegate in dettaglio tutte le pietanze protagoniste della sagra. Nel programma d’apertura ci sono Projecto Sabor Latino De Cuba, musica balli e animazione latino americana, Gruppo Mediterraneo, Mustici e compagnia popolare Ariacorte. Bis di Projecto Sabor Latino DeCuba con musica, balli e animazione latino-americana, sabato 5, che vedrà anche la partecipazione dell’orchestra spettacolo «Liscio simpatia». «Nui... Nisciunu» e Alla Bua. Gran finale domenica con i Tamburellisti di Otranto, Disco Italia divertentismo, Riviera Salentina, I Calanti e Ariantica. I visitatori potranno recarsi alla sagra utilizzando il servizio di «Salento in Bus» offerto dalla Provincia (la linea 101 ferma ai Giardini di Atena sette volte al giorno, sia andata che ritorno).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400