Cerca

Noi, Negramaro il 26 luglio a Lecce

di GLORIA INDENNITATE
Sarà una notte al gusto intenso di Negramaro quella del 26 luglio allo stadio Via del Mare di Lecce. Una notte fruttata, vellutata armonica, come quella del vitigno che si incontra nella campagna di Veglie, dove la cinquecentesca masseria «La Zanzara» accoglie pensieri e parole di Giuliano Sangiorgi & co.
Noi, Negramaro il 26 luglio a Lecce
di GLORIA INDENNITATE

Sarà una notte al gusto intenso di Negramaro quella del 26 luglio allo stadio Via del Mare di Lecce. Una notte fruttata, vellutata armonica, come quella del vitigno che si incontra nella campagna di Veglie, dove la cinquecentesca masseria «La Zanzara» accoglie pensieri e parole di Giuliano Sangiorgi & co. Siamo ad un tiro di schioppo da quella città a lungo chiamata all'appello da questi sei ragazzi (lo sono ancora) che, a parte gli unici concerti ospitati negli scorsi anni nel palazzetto dello sport e in quelle che erano le cave del duca di Torrevecchia (in agro di Cavallino), non erano più riusciti a riproporsi al loro pubblico nel Sud della Puglia. Spazi troppo angusti da tempo per chi fa il sold out all'Olimpico di Roma o San Siro.

In questa tornata il vento è cambiato, quindi con la collaborazione del Comune, sempre più proiettato nel progetto di Lecce Capitale della Cultura 2019, il catino della squadra di calcio sarà tutto per loro. «Finalmente a Lecce - dice Sangiorgi - e sarà lì che chiuderemo il nostro "Un amore così grande 2014 tour", lo stesso luogo del video girato da Giovannj Veronesi da noi dedicato alla Nazionale per i Campionati del Mondo in Brasile. Una canzone per leggende della lirica composta dal leccese Guido Maria Ferilli alla quale ci siamo avvicinati con rispetto, interpretandola a modo nostro. E, lo ammetto, quando l'abbiamo scelta, non sapevo che fosse sua».

Sono già volati via 18mila dei 25mila biglietti disponibili per la tappa, e manca ancora poco più di un mese. Ed è palpabile l'attesa per i Fab Six di Puglia quando sul grande palco saliranno Giuliano Sangiorgi (voce, piano e chitarre), Emanuele «Lele » Spedicato (chitarre), Ermanno Carlà (basso), fresco sposino della sua Irene, Danilo Tasco (batteria), Andrea «Android» Mariano (pianoforte, sintetizzatori, programming, editing) e Andrea «Pupillo» De Rocco (campionatore).
L'apertura è affidata ad un gruppo di band salentine con cui i Negramaro dieci anni fa condividevano il percorso delle piccole esibizioni nei club di Lecce e della provincia, ossia, Après la Classe, Bundamove, Cesare Dell'Anna con gli Opa Cupa ed i Fonokit . «Ma non mancheranno le sorprese, come al solito accade nei nostri concerti», osservano. Il faccia a faccia con Negramaro si celebra sul prato verde che fa da sponda alla «Zanzara», fra un leccio e qualche ulivo millenario. Un incontro informale, fra loro e gli addetti pugliesi al lavoro dell'informazione voluto fortemente dal gruppo.

«Voi - sottolinea Giuliano - avete creduto in noi sin dall'inizio e non c'erano telecamere, non c'erano Maria De Filippi e Amici. In quel periodo potevamo cantare i nostri inediti solo in questa regione, nel Nord non eravamo nessuno, a noi chiedevano solo le cover. Tutto si evolve, ma non mutano le nostre radici forti di questa terra calda e accogliente che dialoga ed è aperta al mondo, così come sarà sempre la nostra musica». Gira e rigira in sottofondo Un amore così grande alla presenza del suo compositore e del sindaco Paolo Perrone. Sorge spontaneo il quesito su che tipo di concerto sarà al Via del Mare. «Stiamo limando una scaletta simile a quella che abbiamo portato nei palazzetti - spiega la band - perché crediamo che interpretare la musica sia teatro».

E saranno note di rock melodico, con tocchi prog, da Solo tre minuti a Ti è mai successo, da L'immenso a Londra brucia, da Casa 69 a Estate, a La giostra, Ottobre Rosso e, immancabile, Meravigl ioso («di Modugno, non mio», Giuliano dixit). E i Mondiali? «Partiremo per il Brasile giovedì (domani, ndr)». Giusto il tempo, insomma, per vedere Italia-Costarica e tornare per dare avvio al tour il 5 luglio a Cattolica, nell'Arena della Regina, poi le altre tappe, fra cui Genova, Locarno in Svizzera, Giffoni, Taormina e infine Lecce. Nel mezzo il 12 luglio l'Hard Rock International in partnership con Roma Capitale, in piazza del Popolo, dove saranno protagonisti assoluti. E poi? «Torneremo qui, alla “Zanzara” per cominciare a immaginare il nuovo disco». L'avventura dei Fab Six continua.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400