Cerca

due arresti

Bruciò casa della sorella
a fuoco l'abitazione

Bruciò casa della sorellagli incendiano l'abitazionementre è in carcere

foto Toma

di Pierangelo Tempesta


TAURISANO (LECCE) - Nella notte tra il 23 e il 24 dicembre aveva incendiato l’abitazione della sorella. Ora è toccato a lui fare i conti con le fiamme. Ieri sera qualcuno ha appiccato un incendio all’esterno dell’abitazione di Francesco Preite, il 45enne di Taurisano accusato, insieme al 50enne di Matino Sergio Caputo, dei fatti avvenuti la settimana scorsa in via Vittorio Emanuele III.


Intorno alle 23 di ieri qualcuno ha raggiunto l’abitazione del 45enne, in via Manzoni, e ha cosparso di liquido infiammabile la porta, per poi far scoppiare un incendio. Le fiamme non si sono propagate all’interno, ma hanno solo danneggiato l’ingresso.

Nell’abitazione non c’era nessuno: i due occupanti, infatti, attualmente sono rinchiusi nel carcere di Lecce in seguito all'incendio dell’abitazione della sorella di Preite.

Sul posto sono giunti i vigili del fuoco di Tricase, che hanno spento il rogo e messo in sicurezza l’appartamento. Le indagini sull’accaduto sono in mano ai poliziotti del commissariato cittadino, diretti dal vicequestore Salvatore Federico. Nelle vicinanze non sono installate telecamere di sorveglianza: gli agenti, dunque, non potranno contare su immagini registrate per fare luce sull'accaduto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400