Domenica 22 Luglio 2018 | 06:33

Gallipoli

I noleggiatori in corteo
protestano contro abusivi

I noleggiatori in corteo protestano contro abusivi

Giuseppe Albahari

GALLIPOLI - Un corteo per protestare contro l’abusivismo nel settore del noleggio di veicoli a quattro ruote. L’ha pacificamente inscenata, ieri mattina, una nutrita rappresentanza dei circa 70 titolari di licenza di noleggio con conducente, escluse le api-calessino, che lamentano un forte calo di incassi, non per mancanza di utenza, ma per una sorta di rete alternativa che attuerebbe il servizio creando concorrenza sleale.

Si tratterebbe di autoveicoli privati, che però eserciterebbero il trasporto pubblico per lidi e strutture ricettive, ma non in regime esclusivo e gratuito, bensì a pagamento e con prezzi inferiori. I titolari di licenza hanno dichiarato, ieri mattina, di essere in possesso di filmati da cui si evince che le persone trasportate, alla fine della corsa, ne pagano il corrispettivo.

I noleggiatori autorizzati sono, come detto, una settantina, tutti gallipolini, anche se metà sono in possesso di licenza rilasciata dal Comune jonico, gli altri di licenza acquisita nei Comuni del circondario; la quale tuttavia autorizza l’esercizio anche a Gallipoli. Ed il fatto che in passato ci sia stato bisogno di raddoppiare le loro presenze, è stato indicato come significativo dell’abbondanza di domanda che doveva essere soddisfatta.

Ieri mattina, i noleggiatori si sono ritrovati nel parcheggio di via Zacà, da cui sono partiti in corteo per il corso Roma e il periplo del centro storico. Il tour è terminato in via Pavia, sede decentrata del municipio. Dal quale è sceso il sindaco Stefano Minerva che, dopo avere ascoltato le rivendicazioni del gruppo, ha incontrato una delegazione per fare sintesi e trovare un punto d’incontro.

«Ho preso atto delle varie problematiche segnalate - ha comunicato il sindaco - che, nell’interesse della comunità e non del singolo, si proveranno ad affrontare. Per questo motivo, ho convocato per domani (oggi, n.d.r.) una riunione tecnica con gli stakeholders locali, rappresentanti di categoria dei balneari e delle strutture ricettive, così come richiesto dalla delegazione intervenuta in riunione. Si cercherà insieme una soluzione, nel rispetto della legalità e del bene comune. Solo così, instaurando un dialogo costruttivo - conclude Minerva - si potranno ottenere risultati soddisfacenti».

Tra le associazioni invitate all’incontro, vi è quella degli operatori turistici cittadini. «Occorrono equilibrio, il giusto prezzo e il rispetto del lavoro reciproco - ha detto il presidente Stefan Carlino - come noi dobbiamo chiamare per i nostri clienti solo noleggiatori autorizzati, così loro devono astenersi dall’indicare ai clienti strutture ricettive abusive».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Università: ministra Lezzi relatrice con figlio in braccio

Ministra Lezzi contestata:
non hai bloccato gasdotto

 
«Fast food» ambulanti al Tar dopo lo sfratto

«Fast food» ambulanti
al Tar dopo lo sfratto

 
Xylella, Emiliano a Centinaioserve decreto per abbattimenti

Xylella, ministro in Salento:
valutiamo con Ue abbattimento

 
Sequestrati beni per sei mln a esponenti Scu nel Leccese

Sequestrati beni per sei milioni a esponenti Scu nel Leccese

 
Palme date alle fiamme scempio a Parco Tafuro

Palme date alle fiamme
scempio a Parco Tafuro

 
Maxi-sequestro di sostanze anabolizzanti e dopanti: 5 arresti

Maxi-sequestro di sostanze anabolizzanti e dopanti: 5 arresti

 
Giampiero Maci presidente del Casarano

Giampiero Maci
presidente del Casarano

 
«Un palazzetto dello sport per 1500 spettatori a Nardò»

«Un palazzetto dello sport
per 1500 spettatori a Nardò»

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS