Venerdì 20 Luglio 2018 | 22:38

Lecce

Famiglia del dj Navi denuncia pm

A tre anni dalla morte di Ivan Ciullo, in arte 'Navì, il deejay trovato impiccato il 22 giugno del 2015 ad un ulivo nelle campagne tra Taurisano e Acquarica del Capo, i genitori hanno presentato una denuncia-querela nei confronti del pm titolare dell’inchiesta

Famiglia del dj  Navi denuncia il Pm

Il luogo dove fu trovato il cadavere di Ivan Ciullo

LECCE - A tre anni dalla morte di Ivan Ciullo, in arte 'Navì, il deejay trovato impiccato il 22 giugno del 2015 ad un ulivo nelle campagne tra Taurisano e Acquarica del Capo, i genitori hanno presentato una denuncia-querela per omissione di atti d’ufficio nei confronti del pm di Lecce Carmen Ruggiero, titolare dell’inchiesta. Il magistrato è accusato di aver chiesto in ritardo l’acquisizione delle celle telefoniche agganciate sia dal cellulare in uso alla vittima sia dai dispositivi elettronici dell’unico indagato nell’indagine: in questo modo avrebbe comportato la perdita dei dati, materiale che è andato distrutto.

La denuncia-querela, presentata dai genitori del Dj attraverso il proprio legale Francesca Conte, è stata presentata ai carabinieri di Acquarica del Capo ed inoltrata per competenza alla Procura di Potenza, competente ad indagare per i reati attribuiti ai magistrati in servizio presso la Corte d’appello di Lecce. Il pm Ruggiero per due volte ha presentato al gip la richiesta di archiviazione, l’ultima fissata davanti al giudice il prossimo 12 luglio per discutere sull'opposizione all’archiviazione avanzata dai genitori di Ivan.

Secondo quanto compare nell’atto di denuncia, il pm nonostante il gip Vincenzo Brancaccio, il 27 febbraio 2017, avesse chiesto un ulteriore approfondimento investigativo, disponendo l’acquisizione delle celle telefoniche agganciate sia dal cellulare in uso alla vittima sia da smartphone, tablet e utenze in uso all’uomo, unico indagato nell’inchiesta, con cui Ivan aveva intrattenuto contatti fino all’ultimo, avrebbe conferito l’incarico al consulente tecnico solo il 21 giugno successivo, oltre il tempo previsto perché le compagnie telefoniche possano fornire la documentazione integrale del traffico storico, messaggi in entrata e uscita, nonché la localizzazione delle celle. Materiale che è andato tutto distrutto. Un ritardo che per il legale della famiglia avrebbe comportato la perdita di elementi fondamentali per le indagini ed ad oggi irripetibili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Università: ministra Lezzi relatrice con figlio in braccio

Ministra Lezzi contestata:
non hai bloccato gasdotto

 
«Fast food» ambulanti al Tar dopo lo sfratto

«Fast food» ambulanti
al Tar dopo lo sfratto

 
Xylella, Emiliano a Centinaioserve decreto per abbattimenti

Xylella, ministro in Salento:
valutiamo con Ue abbattimento

 
Sequestrati beni per sei mln a esponenti Scu nel Leccese

Sequestrati beni per sei milioni a esponenti Scu nel Leccese

 
Palme date alle fiamme scempio a Parco Tafuro

Palme date alle fiamme
scempio a Parco Tafuro

 
Maxi-sequestro di sostanze anabolizzanti e dopanti: 5 arresti

Maxi-sequestro di sostanze anabolizzanti e dopanti: 5 arresti

 
Giampiero Maci presidente del Casarano

Giampiero Maci
presidente del Casarano

 
«Un palazzetto dello sport per 1500 spettatori a Nardò»

«Un palazzetto dello sport
per 1500 spettatori a Nardò»

 

GDM.TV

Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 

PHOTONEWS