Cerca

Domenica 21 Gennaio 2018 | 19:22

ROMA

M5s: beghe Grillo non finite, nuova causa in Tribunale

Avvocato Borrè e vecchi associati, è in conflitto interesse

ROMA, 12 GEN - Il Comitato Difesa dei Diritti dell'Associazione M5s, guidato dall'avvocato Lorenzo Borrè, fa una nuova battaglia a Beppe Grillo e lo trascina in Tribunale a Genova dove ha chiesto la nomina di un curatore che rappresenti la prima associazione M5s (2009), per curarne gli interessi. Il presupposto è che Grillo avallando la costituzione della terza associazione M5s a dicembre, concedendo il simbolo, sia in conflitto d'interesse nel difendere i diritti dei primi associati. Grillo non potrebbe rappresentare gli interessi dei primi associati, che non intendono trasmigrare nella terza associazione creata lo scorso 20 dicembre. Per questo, dicono, serve un Curatore che agisca per conto della prima associazione e che ne tuteli i diritti dei componenti rispetto alle altre, a loro giudizio irregolarmente costituite. La richiesta di tutela vale anche per nome e simbolo del Movimento. Il conflitto riguarderebbe anche i ruoli di Grillo nelle associazioni: Capo politico(2009), Pres. Consiglio direttivo(2012), garante(2017).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione