Domenica 22 Luglio 2018 | 05:22

BARI

Scontro treni: protesta parenti vittime

Questa mattina protesta con striscioni, 'ha ucciso 23 persone'

Scontro treni: protesta parenti vittime

BARI, 12 GEN - "Ferrotramviaria ha ucciso 23 persone, Regione stop alla concessione": si racchiude in queste parole l'appello lanciato questa mattina da alcuni parenti delle 23 vittime che il 12 luglio del 2016 hanno perso la vita nello scontro frontale tra due convogli sulla tratta a binario unico Andria-Corato gestita dalla Ferrotramviaria. Proprio di fronte agli uffici della società ferroviaria, dopo essersi spostata dalla sede del Consiglio regionale, si è svolta la protesta, con striscioni che accusavano anche di "indifferenza" l'assessore ai Trasporti, Antonio Nunziante, da parte di 15 familiari delle vittime riuniti nell'associazione strage treni 'Astip'. Ha partecipato (in maniera autonoma) anche Anna Aloysi, che nell'incidente ha perso sua sorella Maria. A nome dell'Astip ha parlato Daniela Castellano, figlia di Enrico, un'latra vittima. "Il primo appello fortissimo che facciamo alla Regione - ha detto - è togliere la concessione a Ferrotramviaria, perché ha causato 23 morti che non si possono nascondere".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Usa, si è arreso l'uomo che si era barricato nel supermarket

 

G20: bozza comunicato, commercio tra rischi crescita

 

Uomo armato si barrica in un supermercato ad Hollywood

 
Atalanta batte 3-2 l'Hertha Berlino

Atalanta batte 3-2 l'Hertha Berlino

 

Calcio: Inter pari pirotecnico, con lo Zenit finisce 3-3

 

Roma: Defrel a un passo da Samp, niente tour in Usa

 

Golf: Open Championship, gran rimonta Molinari e Woods

 
11 gol in amichevole per il Sassuolo

11 gol in amichevole per il Sassuolo

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS