Cerca

Martedì 12 Dicembre 2017 | 09:38

AOSTA

Dopo scandali pm Aosta si riorganizzano

Nel documento neo procuratore elogia anche operato pm arrestato

Dopo scandali pm Aosta si riorganizzano

AOSTA, 6 DIC - Dopo lo scandalo dell'arresto, a gennaio, del facente funzioni Pasquale Longarini, la procura di Aosta si riorganizza. In un documento di 155 pagine il procuratore capo Paolo Fortuna ha voluto imprimere un cambio di rotta. Lo ha fatto a cinque mesi dal suo insediamento e partendo da alcuni elogi ai suoi predecessori, Longarini compreso. Del pm indagato dalla procura di Milano per induzione indebita e favoreggiamento, Fortuna apprezza le linee guida in tema di intercettazioni telefoniche. Lo ha appreso l'ANSA. Dal progetto organizzativo generale della procura aostana - valido per i prossimi tre anni - emergono importanti deleghe ai vice procuratori onorari. Anche per consentire ai togati di concentrarsi sulle tre priorità individuate: reati economici e contro la pubblica amministrazione (come corruzione, concussione, bancarotta, falsi in bilancio, evasione fiscale), assegnati al pm Luca Ceccanti, contro la persona e la comunità familiare (pm Carlo Introvigne) e contro l'ambiente (pm Eugenia Menichetti).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione