Sabato 21 Luglio 2018 | 23:32

BRESCIA

Lavoro: sfruttavano profughi, 2 arresti

Reclutavano immigrati in difficoltà, paga di 3,50 euro l'ora

Lavoro: sfruttavano profughi, 2 arresti

BRESCIA, 6 DIC - I carabinieri di Carpenedolo e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Brescia hanno arrestato un imprenditore 56enne italiano e di 42enne pachistano, ritenuti responsabili di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. Durante i controlli ad una delle strutture di accoglienza, alcuni richiedenti asilo avevano dichiarato di lavorare presso aziende varie della bassa Bresciana. I militari hanno effettuato controlli presso le aziende indicate e in una di queste hanno notato tre persone dileguarsi sul retro. Le irregolarità amministrative riscontrate nel corso dell'ispezione e le risposte elusive rese dal titolare, hanno dato il via ad una serie di ulteriori verifiche che hanno fatto emergere una situazione di sfruttamento e caporalato aggravato. Il pachistano reclutava la manovalanza tra extracomunitari in difficoltà e il titolare della ditta offriva loro un'occupazione per la quale - non sempre - pagava circa 3.50 euro all'ora. Massacranti i turni di lavoro: 10 ore giornaliere per 6 giorni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Atalanta batte 3-2 l'Hertha Berlino

Atalanta batte 3-2 l'Hertha Berlino

 

Calcio: Inter pari pirotecnico, con lo Zenit finisce 3-3

 

Roma: Defrel a un passo da Samp, niente tour in Usa

 

Golf: Open Championship, gran rimonta Molinari e Woods

 
11 gol in amichevole per il Sassuolo

11 gol in amichevole per il Sassuolo

 

Ermal Meta a Giffoni, gli altri sono il nostro specchio

 
Fiorentina-Venezia 0-1, scontri tifosi

Fiorentina-Venezia 0-1, scontri tifosi

 

Michieletto, porto L'Elisir d'amore in spiaggia

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS