Cerca

Giovedì 14 Dicembre 2017 | 01:45

ROMA

Cinema: Smetto quando voglio, si chiude la saga

Anteprima al Tff. Sibilia, il futuro? Non sarà un film corale

ROMA, 22 NOV - Con 'Smetto quando voglio. Ad Honorem' di Sydney Sibilia, in sala dal 30/11 con 01, si chiude la fortunata trilogia che ricorda un Ocean's Eleven all'italiana con protagonisti accademici precari. Per il regista salernitano, alla sua opera prima e trina, lo scoglio dell'opera seconda a venire è sicuramente un problema: "Non so che farò, so solo che non sarà un film corale". La terza parte, che sarà in anteprima al Torino Film Festival, non delude. Tutto inizia con la frase: "Sopox è la formula del gas nervino. Ecco a cosa gli serviva un cromatografo. 'Sto pazzo si è messo a sintetizzare del gas nervino". Il pazzo è il chimico Walter Mercurio (Luigi Lo Cascio) pronto a fare una strage nel cuore deell'università che ha reso delinquenti i suoi precari. Ma il neurobiologo Pietro Zinni (Edoardo Leo), in carcere con tutta la banda, non starà con le mani in mano. Nella gang Stefano Fresi, Lorenzo Lavia, Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Libero De Rienzo, Pietro Sermonti, Marco Bonini e Giampaolo Morelli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione