Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 04:07

SPECCHIA (LECCE)

Noemi: autopsia, lesioni provocate da mezzi diversi

Autopsia deve sciogliere ancora alcuni dubbi, attesi nuovi esami

SPECCHIA (LECCE), 20 SET - Le "lesioni multiple" rilevate durante l'autopsia compiuta ieri sul collo e sulla testa di Noemi Durini sono state "indotte da mezzi diversi". Quali siano questi mezzi, al momento non è certo perché il corpo è fortemente interessato dai ditteri cadaverici che hanno alterato le lesioni. Saranno quindi necessari esami istologici sui tessuti. Sul corpo non sono presenti segni di colpi di pietra. Lo si apprende da fonti vicine alle indagini secondo cui i medici legali ieri sono riusciti a ricostruire quanto è avvenuto il 3 settembre scorso, giorno della scomparsa e dell' uccisione della giovane. Sulla ricostruzione dei fatti, la Procura di Lecce ha imposto il riserbo per non influenzare ulteriori atti d'indagine. Durante l'autopsia sono stati anche eseguiti tamponi che saranno inviati al Ris di Roma per verificare se vi siano tracce del Dna di altre persone che potrebbero avere avuto contatti con la vittima anche dopo la morte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione