Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 08:35

SASSARI

Giovani uccisi: giallo sulle telefonate

Sassari, sparite le conversazioni del supertestimone dell'accusa

Giovani uccisi: giallo sulle telefonate

SASSARI, 16 FEB - Le conversazioni telefoniche avute dal supertestimone Alessandro Taras con suo fratello e con un investigatore, di cui non c'è traccia nei tabulati della compagnia telefonica, restano al centro del processo a carico di Paolo Enrico Pinna, il giovane di 19 anni accusato con il cugino Alberto Cubedd, di 21, degli omicidi di Gianluca Monni e Stefano Masala, uccisi tra il 7 e l'8 maggio del 2015. Nell'udienza celebrata oggi al Tribunale dei minori di Sassari, la Procura ha presentato una nota con cui i carabinieri che avevano investigato in seguito ai due delitti confermano che quelle telefonate ci sono state e che sono state intercettate e trascritte. Affermazioni che contribuiscono a rendere ancora più inspiegabile il motivo per cui non risultino nei tabulati consegnati da Vodafone e acquisiti su richiesta dei legali della difesa, gli avvocati Agostinangelo Marras e Angelo Merlini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione