Cerca

ROMA

Almaviva: Mise,ddl concorrenza fermo,nuove norme call center

Su misure in merito delocalizzazioni e su ammortizzatori sociali

ROMA, 19 OTT - Il ministero dello Sviluppo Economico, dati i ritardi accumulati dal ddl concorrenza, che conteneva misure per rendere efficace la normativa sulla delocalizzazione dei call center, ha "stabilito di intervenire con altro provvedimento. Si interverrà anche sul tema degli ammortizzatori sociali per il settore". Lo annuncia il Mise. Il 17 ottobre - si apprende inoltre - il ministro dello Sviluppo Calenda, con la viceministro Teresa Bellanova, ha convocato i rappresentanti delle aziende committenti dei servizi di call center ed è stato "perentorio" nell'indicare la linea di "tolleranza zero" del governo nei confronti di chi continuerà a procedere con gare che, "permettendo aggiudicazioni a prezzi al di sotto dei livelli di retribuzione indicati dai contratti nazionali di lavoro più rappresentativi, consentono alle aziende fornitrici di applicare i cosiddetti 'contratti pirata'".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400