Cerca

ROMA

Libia: italiani uccisi, indagato manager Bonatti

Perquisizioni Ros in azienda dove lavoravano italiani uccisi

ROMA, 19 OTT - Perquisizioni sono in corso da questa mattina presso la Bonatti di Parma, società di costruzioni in cui lavoravano Salvatore Failla e Fausto Piano, uccisi il 2 marzo scorso in Libia, dove erano stati sequestrati, durante un conflitto a fuoco. Le perquisizioni, eseguite dai carabinieri del Ros sono state disposte dalla procura di Roma. La procura ha anche iscritto nel registro degli indagati Denis Morson, responsabile della logistica in Libia per conto della società Bonatti. Il manager è accusato di omicidio colposo e violazione della norma che tutela le condizioni di lavoro: i pm ipotizzano che abbia cooperato per colpa al decesso dei due tecnici, italiani omettendo di adottare le misure necessarie per tutelare la loro incolumità fisica durante il trasferimento in Libia. Le perquisizioni mirano ad acquisire documentazione per ricostruire le responsabilità individuali all'interno della società e se siano state adottate idonee misure di sicurezza a tutela dei lavoratori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400