Cerca

Nigeria: 100 rapite non vogliono più tornare

Governo negozia con Boko Haram liberazione di altre 83 ragazze

(ANSA-AP) - ABUJA, 18 OTT - Il governo nigeriano sta negoziando il rilascio di 83 delle studentesse della cittadina nigeriana di Chibok rapite in massa due anni e mezzo fa dagli integralisti filo al Qaida di Boko Haram, ma allo stesso tempo, sembra che un altro centinaio di esse non intendano tornare a casa. Lo ha riferito alla Ap un leader locale, il presidente della Chibok Development Association, Pogu Bitrus, secondo il quale le ragazze che non vogliono tornare potrebbero esser state radicalizzate, o potrebbero provar vergogna poiché sono state sposate ad estremisti e ora hanno dei bambini. Il rapimento di massa risale all'aprile 2014, quando 276 studentesse vennero prelevate con la forza da una scuola di Chibok, nel Nord-Est della Nigeria. Decine di loro riuscirono poi a fuggire, mentre alcune altre sono morte in prigionia. Ventuno di loro sono invece state liberate la settimana scorsa, grazie ad un accordo negoziato tra il governo nigeriano e Boko Haram, il primo del genere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400