Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 15:36

MILANO

Omicidio Macchi: Binda, io non c'entro nulla

Sono tranquillo, aspetto che tutto si chiarisca

MILANO, 16 GEN - "Sono tranquillo, non c'entro nulla, aspetto che tutto si chiarisca". Così ha detto al suo legale, Stefano Binda, l'ex compagno di liceo di Lidia Macchi, arrestato per l'omicidio della giovane, trovata morta, il 7 gennaio 1987. L'avvocato, Sergio Martelli, ha incontrato Binda in carcere a Varese. "Certo trovarsi in cella non è una esperienza che faccia piacere a nessuno - ha aggiunto il legale - Ma mi sembra che stia reagendo con tranquillità e ovviamente continua a negare". Il 19 gennaio l'interrogatorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione