Mercoledì 15 Agosto 2018 | 17:15

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

BARI

'Savinuccio' Parisi assolto e scarcerato

Corte Bari non conferma condanna per estorsione

Savinuccio Parisi

BARI - La Corte d’appello di Bari ha assolto e scarcerato (sottoponendolo solo alla misura della sorveglianza speciale) il boss del rione Japigia di Bari 'Savinucciò Parisi.


Il pluripregiudicato, capo dell’omonimo clan mafioso, il 15 gennaio 2015 era stato condannato a 5 anni e 4 mesi di reclusione dal gup del Tribunale di Bari perchè accusato di aver commesso due estorsioni nel 2007 e nel 2008, aggravate dal metodo mafioso, e dall’aver commesso i reati mentre era sottoposto alla misura della sorveglianza speciale. Per i due episodi il pm Federico Perrone Capano aveva chiesto la condanna a 18 anni al termine del processo con rito abbreviato.

Le accuse si fondavano principalmente sulle dichiarazioni di un collaboratore di giustizia. Il boss - aveva raccontato il 'pentitò agli inquirenti - avrebbe costretto gli amministratori della società Soft Line a pagare in contanti la somma di 700mila euro minacciando, in caso contrario, ritorsioni personali e patrimoniali. Il collaboratore raccontava anche di essere stato costretto ad assumere la figliastra del boss pagandole uno stipendio di 900 euro al mese per quasi un anno, a fronte di una prestazione lavorativa di fatto inesistente.

Il giudice di primo grado aveva condannato il boss per il primo episodio, riconoscendo anche le contestate aggravanti, e lo aveva assolto dal secondo. Nell’ambito di questo procedimento Savinuccio era detenuto dal dicembre 2013. Parisi è a processo per due vicende distinte: una violenza privata per la quale sta scontando dal dicembre 2012 una condanna a 2 anni e 2 mesi di reclusione annullata con rinvio dalla Cassazione, e per il processo di primo grado chiamato 'Dominò in cui è accusato anche di associazione mafiosa. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianfranco

    gianfranco

    12 Gennaio 2016 - 18:06

    Per la serie: scusate, abbiamo scherzato. E mo che fanno? Gli danno anche la pensione o lo fanno Santo?

    Rispondi

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Gervinho a un passo dal Parma

Gervinho a un passo dal Parma

 
Crollo ponte: Samp chiede rinvio partita

Crollo ponte: Samp chiede rinvio partita

 

Crollo ponte: Sampdoria chiede rinvio partita con Fiorentina

 

Calcio: Messi lascia temporaneamente nazionale argentina

 
Commemorato eccidio malga Zonta

Commemorato eccidio malga Zonta

 
Fico, ora priorità è manutenzione opere

Fico, ora priorità è manutenzione opere

 

Insultano e picchiano migranti che aspettano bus

 

Crollo ponte: Grillo, rivalutare tutte le grandi opere

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS