Cerca

ROMA

Cinema: Zalone, anch'io sognavo il posto fisso

Il comico dei record dall'1/1 in quasi 1.300 sale con Quo Vado?

ROMA, 29 DIC - Fino a 10 anni fa "il posto fisso era la mia massima aspirazione. Ho fatto anche un concorso da viceispettore di polizia, per fortuna mi hanno scartato", dice sorridendo Luca Medici, in arte Checco Zalone, parlando di Quo Vado? di Gennaro Nunziante, in cui è un impiegato statale che pur di mantenere il suo lavoro è disposto anche a trasferirsi al Polo nord. Recordman del cinema italiano (Sole a catinelle ha incassato circa 52 milioni), sbarcherà in quasi 1.300 sale dall'1 gennaio con Medusa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400