Lunedì 23 Luglio 2018 | 12:01

ESANATOGLIA (MACERATA)

Morto prof, farmaci dopo condanna abusi

Negava accuse. Amici, agnello sacrificale, è bullismo

Morto prof, farmaci dopo condanna abusi

ESANATOGLIA (MACERATA), 25 APR - Il giorno dopo la condanna per abusi sessuali ai danni di sei studenti universitari, sempre negati con forza, ha assunto un mix di farmaci. Soccorso in fin di vita, inutile è stato il trasporto all'ospedale di Camerino. E' morto così il professor Francesco Parillo, docente di Anatomia presso la Facoltà di Veterinaria dell'Ateneo camerinese, residente a Perugia. Lunedì pomeriggio il Tribunale di Macerata lo aveva condannato a tre anni di carcere per violenza sessuale, per palpeggiamenti e carezze hard agli studenti dei suoi corsi, tre dei quali si erano costituiti parte civile. Da ieri non rispondeva al telefono. Vigili del fuoco e carabinieri lo hanno trovato seduto su una poltrona in stato d'incoscienza. Poi il trasporto in ospedale dove i medici hanno rilevato l'assunzione di diversi farmaci (in prevalenza oppiacei) e hanno tentato inutilmente di rianimarlo. L'uomo aveva sempre negato le accuse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Pioggia a Napoli, diversi allagamenti

Pioggia a Napoli, diversi allagamenti

 

Tutto pronto per spiaggia sul Tevere, a Roma per agosto

 
Tutto pronto per spiaggia sul Tevere

Tutto pronto per spiaggia sul Tevere

 
Contrabbanda tessuti e evade 100 milioni

Contrabbanda tessuti e evade 100 milioni

 

Istat: nel 2017 meno incidenti stradali ma più morti

 
Istat, nel 2017 meno incidenti stradali

Istat, nel 2017 meno incidenti stradali

 

Austria: Fraccaro, doppio passaporto atto ostile

 
Austria:Fraccaro, no a doppio passaporto

Austria:Fraccaro, no a doppio passaporto

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS