Giovedì 19 Luglio 2018 | 06:12

Una donna di 62 anni

Taranto, muore dopo un'infezione
in ospedale: ora indaga la Procura

La vittima era una dipendente dell'Arsenale: ricoverata all'ospedale Nord dopo aver scoperto la leucemia pochi giorni fa. Sospetto di ritardi nella diagnosi e negligenze durante la degenza

Taranto, muore dopo un'infezionein ospedale: Procura apre l'inchiesta

Nel riquadro, la paziente deceduta

E’ entrata in ospedale per farsi curare la leucemia appena diagnosticata, è morta per una infezione contratta in corsia. La procura di Taranto ha aperto una inchiesta sul decesso di una 62enne dipendente dell’Arsenale, Emilia Amandonico, morta il 19 febbraio nel reparto di Ematologia dell’ospedale Moscati di Taranto a seguito di una infezione che sarebbe stata causata dalla klebsiella, batterio che si contrae in ospedale. Il pm Raffaele Graziano ha delegato le indagini ai Carabinieri del Reparto operativo provinciale cui i familiari della donna – che tra poche settimana avrebbe chiesto il pensionamento anticipato – si sono rivolti per sporgere denuncia.

Secondo quanto si è appreso, Emilia Amandonico – poco meno di un mese - fa si era recata all’ospedale Moscati per chiedere l’esecuzione di un “vetrino” sospettando di avere una forma di leucemia anche sulla base di alcune analisi eseguite per conto suo. Il medico che l’ha visitata, non avrebbe ritenuto fare alcuna indagine e l'avrebbe mandata a casa dopo aver prescritto alcuni farmaci: tuttavia, qualche settimana dopo, a seguito di un peggioramento della situazione e dopo la comparsa di febbre, la donna è tornata in ospedale dove è stata subito ricoverata.

Dopo un primo ciclo di chemioterapia,  Emilia Amandonico si sarebbe ripresa salvo poi essere aggredita da una forma di infezione contratta durante la degenza ospedaliera (la klebsiella, come accertato dai sanitari). La morte è avvenuta nel giro di poco più di un giorno nonostante le terapie antibiotiche praticate. L’eventuale indagine della Procura – che ha già disposto il sequestro della cartella clinica nelle prossime ore nominerà un perito medico legale – dovrà stabilire anche eventuali negligenze nelle procedure seguite dal personale sanitario per evitare il rischio di infezioni nei confronti di pazienti con difese immunitarie compromesse  o responsabilità nell’accertamento della diagnosi nonché eventuali omissioni durante la degenza. La famiglia della deceduta (lascia marito e tre figli) è assistita dall’avvocato Francesco Paolo Sisto, di Bari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Da oggi la Fibronit non c'è più: demoliti gli ultimi muri

La Fibronit non c'è più: demoliti gli ultimi edifici

 
Torre Panoramica

Bari, in arrivo una torre panoramica alta 75 metri

 
Battiti Live

Battiti Live, gran finale a Bari il 29 Gazzetta porta 10 di voi nel backstage

 
Politecnico di Bari da record: «90% dei laureati lavora dopo 3 anni»

Politecnico di Bari da record: «90% dei laureati trova lavoro dopo 3 anni»

 
Bari, gli ultras organizzano una festa a Pane e Pomodoro: «È ora di mettere un punto e ripartire»

Bari, gli ultras organizzano una festa a Pane e Pomodoro: «È ora di mettere un punto e ripartire»

 
Palagiustizia

Palagiustizia Bari, le due nuove sedi pronte entro un mese

 
Tap, Mattarella: «Impegno a andare avanti»

Tap, Mattarella rassicura l'Azerbaijan: «Andremo avanti»

 
Antonio Albanese

Baricalcio, l’imprenditore Albanese: «Io contattato da Giannini»

 

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS