Sabato 21 Luglio 2018 | 15:49

designati componenti Consiglio Amministrazione

Di Cagno Abbrescia presidente
dell'Acquedotto Pugliese

Bari, Emiliano come Tatarellapunta su Di Cagno Abbrescia

BARI - L’ex sindaco di Bari, Simeone Di Cagno Abbrescia, sarà presidente ma senza cariche operative. Alla guida dell’azienda resterà Nicola De Sanctis, come amministratore delegato e - probabilmente - con la carica di vicepresidente. Poi un amministrativista, Luca Perfetti, ricercatore dell’Università di Bari e socio dello studio BonelliErede, e due donne: l’uscente Carmela Fiorella e Floriana Gallucci, già subcommissario dell’Agenzia per i rifiuti e fedelissima del governatore Michele Emiliano. Dovrebbe essere questa la nuova governance di Acquedotto Pugliese, che la Regione potrebbe portare in assemblea già domani: consiglio di amministrazione allargato a cinque, De Sanctis confermato al vertice ma con due supporti di peso. Sperando che basti per voltare pagina.

Dopo le dimissioni di De Sanctis e Fiorella, chieste dalla Regione per far decadere Nicola Canonico con cui i rapporti si erano fatti tesi, Emiliano ha approfondito il dossier Aqp. E ha sciolto la riserva ieri pomeriggio, dopo un breve incontro con il manager ligure chiamato un anno e mezzo fa per guidare la principale azienda pubblica del Mezzogiorno. È il secondo cambio di assetto manageriale, stavolta arrivato di pari passo con un allargamento del «board»: pensato per mettere in minoranza gli eventuali dissidenti (a un certo punto, nei mesi scorsi, era sembrato che esistesse un «blocco» nei confronti di De Sanctis), il cda a cinque è stato ora interpretato nel senso di suddividere le competenze.

Perfetti dovrà infatti occuparsi del settore appalti, che negli ultimi due anni è stato il ventre molle di Aqp: senza un responsabile del procurement (sono in corso le selezioni, tramite una short list che verrà sottoposta a una commissione), con numerose emergenze da affrontare (le proroghe dei contratti sensibili, da quelli per i fanghi di depurazione ai cosiddetti cottimi), gli appalti sono stati uno dei temi di polemica più gettonati. E poi ci sono i rifiuti, che è l’obiettivo strategico indicato dalla Regione: tramite la controllata Aseco, Aqp sta gestendo (per ora in fase transitoria) gli impianti Sia di Cerignola, e potrebbe occuparsi anche della discarica Vergine di Taranto.

Gallucci, avvocato, già assessore con Emiliano ai tempi del Comune di Bari, ha una esperienza solida in materia e dovrà collaborare al progetto strategico di trasformare Acquedotto in una multiutility. Servirà tempo, anche perché il quadro legislativo è complesso. Ma l’idea - affascinante - è di mantenere in mano pubblica la proprietà e l’esercizio degli impianti «sensibili», proprio come già avviene per lo stesso servizio idrico.

L’ultimo consiglio di amministrazione ha fissato per venerdì l’assemblea dei soci, con la Regione (azionista unico) che procederà alle nomine e all’insediamento. Poi dovrebbe essere il cda, al suo interno, a fissare i ruoli sulla base delle indicazioni del socio. Restano sul tavolo sia il tema dei compensi del nuovo cda (bisogna applicare i principi della legge Madia, piuttosto rigida in materia), sia l’emergenza relativa ai 24 contratti precari in scadenza: Emiliano ne aveva assicurato l’estensione per altri 12 mesi, è stato chiesto un parere alla Direzione provinciale del lavoro sul possibile ricorso alla proroga assistita. Il «no» a questa ipotesi è stato il passaggio che ha «bruciato» lo scorso cda. [m.s.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ANTONIO.LANAVE

    21 Marzo 2018 - 09:09

    Nulla da dire su Simeone Di Cagno Abbrescia , sulla scelta della giunta regionale e di Michele Emiliano invece molte perplessita' : non era piu' opportuno dare l'incarico a un giovane competente che poteva dedicarsi a tempo pieno e con idee innovative alla conduzione dell'Acquedotto Pugliese ? Caro Presidente Emiliano, questa volta ha forato !!!

    Rispondi

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Ristorazione, l'azienda Ladisaconferma trend crescita: +24%

Ristorazione, l'azienda Ladisa conferma trend crescita: +24%

 
Andria, mutilato il CrocifissoL'ira del vescovo: fatto grave

Andria, mutilato il Crocifisso
L'ira del vescovo: fatto grave

 
Gara Ilva, bufera su Di Maio«Annullamento è una follia»Cantone (Anac) frena sul parere

Gara Ilva, bufera su ministro Di Maio
«L'annullamento è una follia»
Cantone (Anac) frena sul parere

 
Nozze pugliesi per la show girl Justine Mattera. Pace fatta Nazzaro-Volpe

Nozze pugliesi per la show girl Justine Mattera. Pace fatta Nazzaro-Volpe

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
San Ferdinando, esecuzione in strada: commando fredda un pregiudicato

San Ferdinando, pregiudicato freddato nell'auto in centro Foto

 
Brindisi, assalto a bancomat:bandito ucciso dalla Polizia

Brindisi, assalto al bancomat: bandito ucciso in sparatoria con Polizia Foto

 
Bari, incendio in appartamento:in salvo una donna sul balcone

Bari, fuoco e panico a Japigia. «Tutti fuori»: salva una donna Foto
Vd: le grida d'aiuto e il salvataggio

 

GDM.TV

Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 

PHOTONEWS