Martedì 14 Agosto 2018 | 19:16

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

la polemica

Ordine e Assostampa Puglia
inaccettabile lo sfogo
di Spina contro la «Gazzetta»

giornali stampa editoria

«Accusare pubblicamente sui social un giornalista di non avere i “meccanismi cognitivi” a posto o insinuare che il suo lavoro sia stato mosso da avversari politici nell’ambito della sfida elettorale alle prossime Politiche è – questa sì – azione meritevole di querela. Non quella “temeraria” che Francesco Spina minaccia di sporgere contro Massimiliano Scagliarini per l’articolo, pubblicato oggi dalla “Gazzetta del Mezzogiorno” con il quale si dà notizia di una nuova inchiesta a carico dell’ex sindaco di Bisceglie, candidato alle urne del 4 marzo nelle liste del Pd, riguardante la gestione delle spese dell’amministrazione comunale fino al 2016».

E’ quanto denunciano in una nota i presidenti dell’Ordine dei giornalisti pugliesi e dell’Assostampa Puglia, ricordando ad un amministratore e politico di lungo corso che «il diritto di cronaca e il diritto dei cittadini ad essere informati dei fatti che accadono nel loro territorio è tutelato dalla Costituzione, alla quale Spina ha già giurato fedeltà indossando la fascia tricolore. Ed è dovere dei giornalisti verificare le fonti e la veridicità dei fatti che raccontano sui giornali, né più né meno di quanto fatto da Scagliarini prima di scrivere l’articolo “incriminato”. Sfogarsi sui social chiamando i propri seguaci ad una crociata contro i giornalisti che si azzardano a scrivere cose sgradite al politico di turno è, purtroppo, un esercizio sempre più diffuso e ancor più grave è il fatto che a scatenarlo non sia l’internauta di turno, ma un personaggio pubblico».

«Se a Spina non piacciono le “gogne mediatiche”, come ha detto nella lunga diretta sul suo profilo facebook, allora non le utilizzi per infangare il lavoro dei giornalisti. Semmai provveda a smentire quanto riportato dalla Gazzetta o replichi sullo stesso giornale dimostrando la presunta infondatezza dei fatti riportati. E, se ritiene, lo faccia anche rispondendo alle chiamate che, più volte, il giornalista “incriminato” gli aveva rivolto invano, proprio per dare conto del suo punto di vista sulla vicenda».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

ponte crollato genova

«Ero a 100 metri dal ponte che si sbriciolava, io sono un miracolato»

 
ponte Morandi

Il ponte prima e dopo il crollo
Reazioni e cordoglio sui social

 
Bar, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

Bari, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

 
Palagiustizia di Bari: Bonafede revoca l'ok alla sede di Via Oberdan

Palagiustizia Bari: Bonafede revoca sede di Via Oberdan. I penalisti: meglio tardi che mai

 
Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

 
Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Il Sud e il futuro del centrodestra:i temi roventi di Everest 2018

Il Sud e il futuro del centrodestra: i temi roventi di Everest 2018

 
Romano: «Gruppo Leu in Regione?Per ora è un'ipotesi letteraria»

Romano: «Gruppo Leu in Regione? Per ora è un'ipotesi letteraria»

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS