Domenica 22 Luglio 2018 | 09:10

anniversario

Mille anni per Melfi: da capitale
del Regno normanno, all'auto

Melfi

POTENZA - Dal 1018 al 2018, da capitale del regno normanno a «capitale europea dell’automobile»: quasi uno slogan per racchiudere i mille anni di Melfi - città di circa 17mila abitanti della provincia di Potenza - che ha presentato oggi a Roma, nella sede del ministero di Beni Culturali e Turismo, il programma dei festeggiamenti.
Città sede di cinque concili - nel terzo, nel 1089, papa Urbano II indisse la prima crociata in Terrasanta - Melfi è anche la città dalla quale vennero emanate, nel 1231, le «Costituzioni», tappa fondamentale del diritto. Ricca di storia anche successivamente, Melfi fu protagonista dopo l’Unità d’Italia e fu patria di importanti uomini politici, fra i quali Francesco Saverio Nitti. A metà circa degli anni '90 del secolo scorso vi fu inaugurata una grande fabbrica di automobili della Fca, ma l’area industriale ospita anche altri stabilimenti, come quello della Barilla. Il castello normanno è il suo monumento più noto, senza contare la lunga cinta muraria, alcune antiche porte e antiche chiese.
Del millenario di Melfi si è parlato con Giampaolo D’Andrea, capo di gabinetto del ministro del Mibact, con Paola Passarelli, direttore generale delle biblioteche e istituti culturali, e Angela Benintende, dirigente del secondo servizio. La delegazione lucana era guidata dal sindaco di Melfi, Livio Valvano, e ne hanno fatto parte il professor Cosimo Damiano Fonseca - accademico dei Lincei, ex rettore dell’Università della Basilicata e presidente del comitato scientifico per il millenario - docenti universitari e lo scrittore Raffaele Nigro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Gianvito Giannelli e Marcello Danisi

Calcio, ecco i 20 imprenditori baresi
pronti a rifondare il Bari: valgono 500 min Foto: tutti tifosi da una vita

 

Bari calcio, Decaro alla festa dei tifosi a Pane e Pomodoro: 7 giorni per fare tutto Il video

 
Banca popolare di Bari presa di mira: svaligiato bancomat con esplosivo

Banca popolare di Bari presa di mira: svaligiato bancomat con esplosivo

 
Bari, terrorista iracheno torna libero e chiede asilo

Bari, terrorista iracheno torna libero e chiede asilo

 
Ristorazione, l'azienda Ladisaconferma trend crescita: +24%

Ristorazione, l'azienda Ladisa conferma trend crescita: +24%

 
Andria, mutilato il CrocifissoL'ira del vescovo: fatto grave

Andria, mutilato il Crocifisso
L'ira del vescovo: fatto grave

 
Gara Ilva, bufera su Di Maio«Annullamento è una follia»Cantone (Anac) frena sul parere

Gara Ilva, bufera su Di Maio. Cantone (Anac) frena. Ministro: «Verifichiamo»

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS