Domenica 19 Agosto 2018 | 21:46

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

La replica

Ilva, Ministero Ambiente: spetta alla Regione valutare il danno sanitario

Gli uffici regionali dispongono di tutti i dati di monitoraggio della qualità dell’aria, tra cui quelli dell’Ispra riferiti all’interno dello stabilimento

ILVA

«Tocca alla Regione valutare il danno sanitario e il monitoraggio fuori dallo stabilimento dell’Ilva». Lo afferma il ministero dell’Ambiente in una nota replicando così alla Regione che contestava i dati del Ministero. «La redazione del rapporto di valutazione del danno sanitario dell’Ilva di Taranto è di esclusiva competenza degli Uffici della Regione Puglia, che - rileva il ministero - già dispongono di tutti i dati di monitoraggio della qualità dell’aria, tra cui quelli dell’Ispra riferiti all’interno dello stabilimento. Spetta agli stessi Uffici regionali - prosegue la nota - in via esclusiva il posizionamento della rete di monitoraggio della qualità dell’aria al di fuori dei confini degli stabilimenti soggetti ad Aia nazionale, come l’Ilva, secondo quanto previsto dal decreto legislativo 155 del 2010».

I rapporti di valutazione finora pubblicati, sottolinea il ministero dell’Ambiente, «non hanno riscontrato valori superiori a quelli previsti dalla vigente normativa nazionale e comunitaria. Qualora dalla valutazione di danno sanitario risultasse qualche criticità, cosa fino a oggi non avvenuta, sarà nelle facoltà degli stessi soggetti, a norma del decreto ministeriale Salute - Ambiente del 24 aprile 2013, poter attivare la successiva fase nella quale si procede a specifiche indagini epidemiologiche e a stime quantitative dell’esposizione umana a specifici contaminanti. A questa potrebbe seguire una terza fase di analisi probabilistica del rischio associata 'a esposizioni critiche precedentemente evidenziatè».

Il Ministero sottolinea di aver «pubblicato per tempo sul proprio sito istituzionale tutti i rapporti disponibili redatti dai competenti organi regionali. L’ultimo di questi, in linea con quelli precedenti, riporta testualmente che 'le misure delle concentrazioni ambientali dei contaminanti di interesse per il rischio inalatorio non superano, per gli anni considerati 2014-2015 e 2016, i livelli fissati dalle norme. Di conseguenza", continua il rapporto, "la valutazione si arresta a questo stadio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari, Cornacchini verso la panchina: con lui promosse Ancona e Città di Castello

Bari, Cornacchini verso la panchina: con lui promosse Ancona e Città di Castello

 
Emergenza sangue, Asl Lecce organizza raccolta straordinaria

Emergenza sangue, Asl Lecce organizza raccolta straordinaria

 
Ernesto Chevanton regala colazione a Francesco, tifoso leccese disabile picchiato per pochi spiccioli

Chevanton regala colazione a tifoso leccese disabile picchiato per pochi spiccioli

 
C'è un fondo americano per salvare Interporto dal crac

C'è un fondo americano per salvare Interporto dal crac

 
Bus Lecce-Milano coinvolto in tamponamento a catena in Abruzzo

Bus Lecce-Milano coinvolto in tamponamento a catena in Abruzzo

 
Ex infermiera perseguita il marito e tenta di avvelenarlo, arrestata

Pensionata stalker in cella: tenta di «stendere» il marito con i tranquillanti

 
Puglia, il Tar blocca il maxiappalto per la biancheria negli ospedali

Puglia, il Tar blocca il maxiappalto per la biancheria negli ospedali

 
Ruba dalla chiesa oggetti sacri e un fonte battesimale: denunciato

Ruba dalla chiesa oggetti sacri e un fonte battesimale: denunciato

 

GDM.TV

Bari, ecco il ponte che da anni minaccia il rione Japigia: un giro fra degrado e sporcizia

Bari, ecco il ponte che da anni minaccia il rione Japigia: un giro fra topi e degrado

 
Ruba auto per consegna di farmaci, il proprietario lo scopre e lui lo trascina per 20mt con la macchina: arrestato

Ruba auto per consegna di farmaci e trascina il proprietario per 20mt: arrestato

 
Salento, 10 soccorsi per mare mossoUno motoscafo rischia di affondare

Salento, 10 soccorsi per mare mosso: un motoscafo rischia di affondare

 
Leuca, Gdf intercetta cabinatoe veliero con 24 migranti: 3 arresti

Leuca, Gdf intercetta cabinato e veliero con 24 migranti: 3 arresti

 
Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

Giovinazzo diventa magica: danze sull'acqua e luci multimediali

 
Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 

PHOTONEWS